martedì 11 dicembre 2018

Unauthorized D.A.S.

Espandere la filosofia Domani Arriva Sempre è sempre stato il mio desiderio sin da quando essa non aveva ancora un nome.

Filosofia basata sulla ricerca del risultato e soddisfazione personale, sull'allegria dello sport/vita condita da una leggerezza che ci porti a vivere qualsiasi cosa ci accada in modo migliore con la certezza che Domani ....che arriva sempre, potremo fare meglio e che esso ci sarà per darci una qualsiasi possibilità ulteriore.

Raggiungere i propri obiettivi giocando all'atleta, sfruttando tutti gli agganci che possono servire ad ottenere la nostra massima prestazione  purché siano essi  naturali, consentiti al fine di non sentirsi, nel proprio io, una merda che bara con se stesso pur di raccontare e far vedere al mondo che è un altro.
No al doping, agli inganni, ai tagli di percorso ed a qualsiasi altra azione che porti al raggiungimento dell'obiettivo in modo non corretto.
Non esiste scusa neanche per i professionisti (loro che dovrebbero dare il buon esempio) ai quali da molti viene concessa l'attenuante del lavoro e dei soldi.
.....come un amministratore unico che trucca i bilanci dell'azienda ingannando i soci e se stesso
.... TRISTEZZA

Non è la filosofia D.A.S
Domai Arriva Sempre è sport pulito,
è filosofia sportiva, quella che ci porta a stringere la mano con spontaneità e piacere all'atleta che ci ha appena battuto forti di respirare la soddisfazione per l'aver messo in campo il massimo delle nostre possibilità in quel''esatto Qui ed Ora
D.A.S è fare sport per il piacere di farlo, per il gusto di godersi la libertà di tenersi in forma vivendo l'ambiente, la natura senza legare al gesto sportivo la competitività
D.A.S è il piacere di far parte di un modo di essere e pensare che sdrammatizzi il mondo in cui viviamo con la leggerezza del sorriso mantenendo sempre e qualsiasi siano i risultati ottenuti una grande umiltà.


Forse sarà presunzione ma mi piace pensare che sarebbe migliore ....lo sport, la vita ....anche il mondo perchè no.

Espandere la filosofia
..... il web, la comunicazione, i simpatici Pelò abilmente creati e disegnati dal bravissimo fumettista  Beppe Beppetti (Gabriele Corvi) che girano in rete e su capi d'abbigliamento quali t shirt, felpe, costumi ecc. ecc.
Tutto questo in aggiunta ad un team di atleti podistici/swimrun/nordicwalking allargato a varie ed eventuali che  mostra i sorridenti colori DAS nel panorama sportivo.

Mi piacerebbe qualcosa in più,  il poter dare la possibilità agli sportivi di sposare ed avere addosso la filosofia DAS pur senza per forza appartenere al team sportivo.
La soluzione arriva proprio mentre corro (quando corpo e cervello sono irrorati da sangue ricco di vita) ,  risponde al nome di Unauthorized, il simpatico gioco che porto avanti da anni con determinati eventi che da quest'estate ha anche un simpatico Pelò dedicato.

Una piccola linea di abbigliamento sportivo tecnico (diversa da quella del team) a disposizione di chi sposa la filosofia D.A.S  ma NON E' AUTORIZZATO ad indossarla in quanto non socio/tesserato
L'inizio avviene attraverso l'indumento più portato, la canotta tecnica run  e quando dico tecnica parlo di una qualità molto elevata testata da anni con le divise ufficiali del team, alla quale sicuramente si aggiungeranno altri capi.

Info più dettagliate a breve sulla pagina "Unauthorized D.A.S" sul sito www.domaniarrivasempre.com

Indossa la filosofia D.A.S.

Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre

 












domenica 2 dicembre 2018

Piccole Azioni .......dovrebbe esser NATURAle

E' guardando il mondo dalla mia "finestra" che mi accorgo di quanto non proprio lentamente" sta andando a rotoli.
I ghiacci si stanno sciogliendo, la plastica sta  riempendo ogni suo angolo mentre la maggioranza dell'umanità, impazzita, non rispetta neanche una minima parte dei valori indicati come basilari per la vita.
Tutto va a puttane (francesismo scusato in partenza), mentre tranquillamente ci facciamo trasportare da un incredibile frenesia che ci avvolge rendendoci schiavi ogni giorno di più.
Essere coscienti di ciò che sta succedendo dovrebbe già darci la spinta per iniziare a cambiare qualcosa, qualche abitudine della nostra vita;
così non è o lo è per una piccolissima percentuale di noi.

Basterebbero in fondo piccole cose visto il numero della popolazione terrestre,  tante piccole azioni avrebbero già di per se un grande effetto sul nostro mondo.
Pensate un po'  se tornassimo a bere l'acqua del rubinetto, riempendo bottiglie di vetro/acciaio direttamente a casa nostra o dalla fontana (come si faceva qualche anno addietro) non acquistando più la bottiglia di plastica o se fossimo più attenti nel gettare bottiglie/contenitori od altri rifiuti come mozziconi di sigarette, pile usate, oli esausti, rifiuti tecnologici ecc. ecc.
Se ognuno di noi smettesse di tenere inutilmente accesa l'auto mentre sosta o di accenderla 5 minuti prima per riscaldarla (non risultano morti di freddo da auto che ha dormito fuori) piuttosto che le luci in casa quando siamo fuori ecc. ecc. ecc.
Pensate quanto queste piccole azioni potrebbero già nella loro "insignificanza" cambiare in modo tangibile il mondo.
E' un po' come una qualsiasi corsa podistica dove servono tanti piccoli passi per arrivare al traguardo.

E' ora di invertire la tendenza, per la salvezza del posto in cui abitiamo ed in cui continueranno ad abitare le generazioni di oggi e quelle future,  i nostri figli, i figli dei nostri figli.
E' ora di fare presente senza vergogna,  a chi si macchia di comportamenti dannosi verso il mondo che non è il modo giusto.
L'abitudine di far notare con cortesia un comportamento dannoso dovrebbe essere un comportamento per la nostra salvaguardia, quella altrui e del NOSTRO mondo.
DOBBIAMO  aumentare questa consapevolezza a chi non ha rispetto.

Bisogna iniziare dall'inizio e l'inizio è la natura,
è lei che ha sempre gestito l'affare mondo, mantenendolo vivo con la capacità di modificarsi adattandosi alla scelleratezza umana e di stravolgerlo con dei cataclismi quando essa andava oltre dimostrando la sua immensa potenza.

Ma l'uomo dimentica facilmente, è  accecato dal benessere, dalla comodità, dalla tecnologia che ultimamente lo sta riducendo ad un ameba attraverso i più recenti sistemi nati per non sforzarsi più nell'aprire un bagagliaio, accendere una luce, impostare un termostato ecc. ecc. ecc.
In fondo perché dovremmo muoverci ?
Abbiamo la voce no ?

- XXXXX  accendi la luce
- XXXXX  fai testa o croce
- XXXXX chiama l'avvocato
- XXXXX  punta il timer

Abbiamo i pulsanti da spingere, il piede da muovere per aprire il bagagliaio piuttosto che l'ormai tutto che si fa con il nostro smartphone.

Da appassionato di tecnologia mi chiedo veramente dove stiamo arrivando ma soprattutto  per quanto tempo ancora madre natura sopporterà prima di riportarci in partenza senza passare dal via.

Guardiamoci attorno, osserviamo ciò che sta accadendo in questi ultimi anni.

Io vedo avvisaglie, una marea di messaggi inviati per dissuadere l'umanità dal continuare nella strada dell'autodistruzione.

Siamo ormai prede di alluvioni, terremoti, trombe d'aria, disastri,  ogni cosa che si verificava raramente  si presenta sempre più spesso con potenze amplificate mille volte.
Madre natura sta urlando ma non c'è comprensione (in fondo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire), c'è la capacità di dare  le colpe,  scaricare il barile, di fare proseliti ma poi manca sempre l'inizio di cambiamenti di rotta, il primo passo.
Negl'importanti meeting tra i grandi della terra ormai si parla solo di aspetti/accordi commerciali, decisioni di dazi, multe, aiuti a stati in difficoltà/guerra solo per il mero interesse economico, per vendere alimentando così la volontà che le situazioni  difficili perdurino in quanto fonti di guadagno.
Umanità e natura, arrivano in fondo, dopo il caffè quando ormai tutti hanno il cappotto in mano il taxi è già pronto e perderebbero l'aereo .......... "la prossima volta ne parleremo dettagliatamente"...
IL MONDO CONTINUA AD ANDARE ALLA DERIVA,
riavviciniamoci alla natura, proteggiamola, non continuiamo ad invaderla, ritroviamo il selvatico presente in ognuno di noi.
Educhiamo i nostri figli a farlo, presentiamogli madre natura, chiediamogli di viverla con consapevolezza, sarà lei stessa con la sua magnificenza ad insegnargli come  proteggerla.
Noi siamo il presente, diamoci il permesso di vivere il piacere del cambio di direzione, facciamolo insieme a loro, il futuro su cui  dobbiamo investire
Un prato per giocare, un giro nei boschi, il rapporto con gli animali .......un regalo migliore di uno smartphone a 8 anni.

Piccole azioni,
ci sentiremo bene come non mai.

grazie













Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre

domenica 18 novembre 2018

E' sempre un piacere Alex

Ci sono dei personaggi  che ti entrano dentro in maniera potente entusiasmandoti,
non perché sono degli eroi o chissà cosa, ma semplicemente per lo spirito di libertà  e del "credo in ciò che faccio" che emanano nel loro transitare attraverso i giorni. 
Persone umili, molto semplici coi quali ti trovi subito a tuo agio, sia nel caso sia vicino al suo pensiero sia che tu sia  (perdonate la ripetizioni multiple) diametralmente opposto allo stile di vita. 
Io lo apprezzo, sono sempre rimasto estasiato e coinvolto mentalmente da determinati personaggi che osano, seguono l'istinto, l'impulso, anche quando esso spinge OLTRE ai propri limiti. 
Alex per me è una di quelle persone, ha quel qualcosa in più che non è solo il fare/ aver fatto Avventure con la A maiuscola, è la filosofia che si porta dietro, il modo di comunicare capace di afferrarti e trascinarti all'interno delle sue avventure e dei concetti/teorie che si addensano nell'aria nel corso delle  sue serate.

E così l'altra sera si è ripetuta pari pari (differente le location ristorante/sala conferenza) la serata di 6 anni fa.
Prima una cena in compagnia di poche persone poi seduti ad ascoltarlo nella sala del consiglio del Comune di Faenza.
Sempre le stesse sensazioni, certo qualcosa è cambiato per ognuno di noi ....oltre all'età,  esperienze aggiunte, sport nuovi, idee fantastiche e per quel che mi riguarda l'esser divenuto  mental coach nella stessa scuola (mi rivolsi proprio a lui per avere dei consigli sulla decisione di scelta).
6 anni volati (il tempo fa sempre questo scherzo quando si pone l'attenzione sul passato)  durante i quali ci siamo sentiti o comunque incrociati  mediaticamente e webbalmente (che non si dice lo so) e si è sempre dimostrato disponibile nel consigliarmi personalmente e nel "sottostare" alle mie divagazioni naif (come mi definì qualcuno).
Era  a Faenza per la presentazione del suo nuovo libro "Oltre" Pensare da campioni per esprimersi al massimo potenziale  (serata perfettamente organizzata da Outdoor and Trekking Store)
Dopo un paio di letture complete, per il piacere personale e per una crescita in campo professionale lo consiglio fortemente.  l

Parlargli di persona è sempre un regalo fantastico (ringrazio Outdoor & Trekking Store), ci sono sempre spunti importanti, consigli mirati, discorsi profondi nella semplicità estrema di persone normali.
Ascoltarlo in una presentazione fa si che si rientri alla maison con la voglia dentro di fare, con la voglia di essere se stessi e seguire quanto a volte chiudiamo a volte nel cassetto con la promessa di  ...un giorno lo farò.

In ultima istanza un grande doppio favore fattibile con una piccola mossa ed uno sforzo fattibilissimo e molto  importante.

Alex Bellini partirà presto per una nuova avventura con l'intento principale di SMUOVERE LE COSCENZE .

- Guarda il video
- Condividilo nei tuoi canali Social
- Inizia a fare qualcosa

il 2050 è vicino    #siamoisoliresponsabiliegliuniciapotercambiarequalcosa



Grazie molte e buona lettura
#andateOltre

Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre






mercoledì 14 novembre 2018

Pelò con ToDoTri


ToDoTri ......  fare Triathlon

Da qualche giorno é ufficiale,
il viaggio di Pelò insieme agli amici di ToDoTri ha ufficialmente mollato gli ormeggi.

A posteriori di una presentazione ironicamente in stile Pelò  ad inizio di questa settimana (ormai l'altra ancora visti i miei tempi) è apparso sul blog dell' applicazione telefonica il primo contenuto scritto da Andrea Pelo di Giorgio (io).
Mi confesso:
- è sempre un gran piacere poter leggere ciò che scrivo in altri spazi che non siano il mio blog o le mie pagine social ed è sempre un gran bell'effetto quando essi risultano semplici scorrevoli e perchè no, ...interessanti.
L'altro valore aggiunto è il bacino di utenza ....quello sportivo (la multidisciplina) che, anche se la mia competenza sposa anche il settore business e life, rimane il mio preferito, quello in cui ho lasciato correre la mia passione  regalandomi la fantastica emozione che amo descrivere con l'hashtag #assenzadiconfini .

ToDoTri è una app nata dall'idea di un Triathleta (PierLuigi) che nel suo PdA (piano d'azione) ha definito come obiettivo il creare una piattaforma specifica per la preparazione di competizioni come i 70.3 (mezzo ironman) e gli Ironman full distance.

Il resto l'ha fatto il caso, c'è stato il mio ritorno all'Ironman dopo 10 anni di assenza ,grazie all'edizione italiana di Cervia (casa mia), l'arrivare quasi in simultanea con un certo Marco, i social, la mia filosofia da essi amplificata e  SFERA.

Da lì il passo è stato veloce e breve, con la grande gratificazione ricevuta nell' essere cercato come personaggio adatto a quel ruolo.

L' esperienze fatte nel campo sportivo, il lasciarmi rapire dall' "affacinanza" mentale, la voglia di ascoltare il nuovo che entrava in me nel raggiungere traguardi sempre più impegnativi e/o emozionanti oltre  al piacere di trasferire le sensazioni e raccontarle, con la piccola presunzione  che potessero essere utili a qualcuno, mi avevano spinto a fare un passo verso il completamento (in continua evoluzione) della mia competenza mentale.
E' stata S.F.E.R.A la scuola di #mentalcoaching consigliatami da un grande personaggio come Alex Bellini ad avviare il percorso che mi ha permesso di legare e dare nomi a tanti comportamenti (positivi e negativi) tenuti nel corso delle mie esperienze ed è stata sempre S.F.E.R.A (in collaborazione anche con il personaggio Pelò) a far esprimere agli alti ranghi di To.Do.Tri che l'aspetto mentale, nell'app del triathleta, poteva, doveva essere curata da me.
L'arcano è svelato, sono lì proprio per rivestire i panni del mental coach cercando in primis di trasmettere l'importanza ed i vantaggi di un corretto approccio mentale alla pratica sportiva.
Sarà un piccolo viaggio (appena partito) che faremo insieme, la cadenza dei miei post sarà mensile mentre la mia disponibilità per rispondere a domande piuttosto che organizzarci per dei percorsi personali sarà giornaliera.

L'app ToDoTri è scaricabile gratuitamente sia per la piattaforma IOS che Android (cercatela nel vostro play store o similare), oltre a me troverete la presenza attiva di grandi personaggi del Triathlon come Martina Dogana, Alessandro De Gasperi, Jonatan Ciavatella e altri per un package di contenuti veramente importante e "tantissimo" utile ad ognuno di voi.

Per me è un grande piacere.

Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre










domenica 21 ottobre 2018

Punto d'incontro

Fu attraversando una parte del deserto Mauritano che “confusi” le cose per la prima volta; offrii il mio aiuto a due secchi arbusti desertici erroneamente scambiati per atleti in difficoltà. Risi con me stesso celando la cosa con una certa “vergogna” prima di riuscire a parlarne con i miei compagni di gara. Fu la mia prima allucinazione, l’entrata ufficiale in quel misterioso mondo parallelo che puntualmente mi viene a trovare in ogni mia esperienza ultra sportiva. La privazione del sonno, la stanchezza mi ruba il controllo mentale scaraventandomi in un mondo pieno di immagini bizzarre e situazioni inverosimili. Ho imparato conoscerle, a viverle e farle mie godendone l’incredibile assurdità dettata dalla mia vivida fantasia. Un viaggio inserito nel viaggio con la piena consapevolezza di ciò che stavo vivendo, anche quando ero veramente distante dalla realtà. All’epoca per me era solo una condizione di corsa, oggi è il punto d’incontro tra me ed il mio inconscio, l’esatto attimo in cui avviene il passaggio del testimone tra lo stato di veglia e lo stato di trance, il punto in cui il mio ruolo di attore principale sfuma lasciando spazio ad uno spettatore curioso di conoscere il mondo in cui si può fare la differenza. Lasciati incuriosire

Andrea Pelo di Giorgio

Domani Arriva Sempre

venerdì 5 ottobre 2018

Verso l'obiettivo



















Quando l' #assenzadiconfini ti avvolgerà con la sua "spaventosa"magnificenza un intensa sensazione di libertà invaderà ogni singolo poro del tuo essere; li approfondirai la conoscenza con la tua forza mentale e imparerai a fare della paura la tua preziosa compagna di viaggio. 

Andrea Pelo di Giorgio 
Domani Arriva Sempre 

venerdì 28 settembre 2018

Ambiente


La completa armonia con la natura e l'ambiente circostante è uno degli aspetti più importanti al fine del raggiungimento della massima prestazione.

Conosci a fondo il territorio
impara a viverlo
diventane parte, respiralo a pieni polmoni
sarà l' "arma" che ti accompagnerà verso la tua personale vittoria




Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre