venerdì 24 febbraio 2017

Il Triangolo giallo

Ho avuto la possibilità di provarli sia nella mia quotidianità di sportivo che nelle competizioni  affrontate nell'inizio di questo 2017 ancora definito un Cantiere Aperto per la "variatitudine" di competizioni che amerei poter fare.

Mi sono trovato veramente bene, apprezzando le qualità   digestive, di immediatezza (velocità di assimilazione).
Gusto buono e vario,  gel che si assimilano anche in assenza di acqua (ed è importante perché non sempre si riescono a far combinare entrambe le cose), barrette di tutti i tipi e gustose, certo non come un piatto di lasagne ma all'interno del mondo integratori  buone e sostanze di recupero post sforzo molto incisive.
Studiando nel contempo azienda, filosofia e  strategia , ho potuto verificare la produzione veramente  qualitativa di ciò che viene immesso nel mercato.
Oltretutto  con Benedetto ed Alessandra (titolari della filiale Italiana) si discute veramente bene, non sono mai irraggiungibili ed oltre ad un appoggio relativo ai miei interessi sportivi strettamente personali  c'è un a forte predisposizione nello sviluppo delle attività del team Domani Arriva Sempre.
E' giallo,  come me,  la vita, il sole, come Domani Arriva Sempre  ed è di forma triangolare  cosa che, alla maggioranza degli uomini, fa  piacere stimolando malandrinamente la fantasia.

E' Inkospor, azienda energetica di integratori sportivi di qualità,
insieme affronteremo questo 2017 partendo da Domenica prossima alla 50 km S.Giminiano - Siena

A me il triangolo :-)

Grazie Inkospor














Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre




martedì 14 febbraio 2017

Winter Trail della Campigna, il resto in un prossimo post

La Campina ha sempre il suo fascino e Domenica lo ha avuto ancor di più grazie ai ragazzi del Forlì Trail ASD organizzatori di una semplice competizione di Winter Trail con partenza dall'Albergo ristorante "Lo Scoiattolo" del Giorgione locale.
Lo start  delle ore 10,00 non ci obbliga a cadute dal letto ad orari improbabili e seppur non con troppo anticipo arriviamo, noi di Domani Arriva Sempre (Pelò, Lisa, Fabrizio, Mirela, Giada), in tempo per poter regolare le iscrizioni, cambiarci e fare anche un pelo di riscaldamento.
Neve presente in zona partenza in qualche traccia rimasta, temperatura intorno ai 3,5 °, pochi intimi (70 o poco più con grande presenza del gentil sesso) sotto lo striscione multiuso di arrivo per un via in perfetto orario che fa scivolare il gruppetto subito dentro al sentiero con direzione  piste da sci.
Più o meno 4 m di salita incessante resa ancora più impegnativa (dopo un paio di km) dallo strato di neve che in poche centinaia di metri diventa fisso e prende consistenza.
Si sale fino agli impianti, si aggira il parcheggio e si effettua l'ultimo tratto di salita sulla strada grande che porta alla zona militare; in vetta ...o quasi, dopo 5 km circa alla casina di legno ...prima della casina di legno si gira a sx e si inizia a scendere attraverso una discesa non violenta resa fantastica da uno strato di neve di altezza perfetta che permette alle gambe di volare e di avere nel contempo un "freno" sicuro nell'appoggio che non fa scivolare via il piede.
Si vola in giù sfrecciando tra  ciaspolatori molto ordinati ed educati che lasciano spazio fino al punto inverso, quello in cui la neve sparisce, un piccolo tratto in cui l'equilibrio di vetta veramente precario costringendo gli atleti a pattinate e "stravanate" di schiena pur di rimanere in piedi,  ma questo è il trail.
Passaggi tecnici nello splendido bosco della Campigna qualche piccolo rivolo d'acqua giusto per risvegliare i piedi ormai scaldati dal calore del correre e siamo sotto lo striscione d'arrivo un po' prima dei 12 km previsti.
Veramente un piccolo gioiellino di gara, nel suo percorso, nella segnalazioni costanti, precise e nella sua semplicità di organizzazione che ha trasformato l'evento in un raduno di appassionati di trail non togliendo però l'agonismo vero all'evento.
Pelò ?
Pelò sorride, si è divertito un sacco in una gara  poco consona alle sue caratteristiche ma importante per acquisire potenza muscolare.
10 km scarsi sono una schioppettata maggiormente accentuata considerando il tratto lungo di salita iniziale che prevede fuori giri un po' troppo fuori per rimanere nelle posizioni avanzate.

Il motore lo scaldo un po' più avanti, il ritmo giusto lo acquisisco quando probabilmente è troppo tardi per rimontare la sfuriata iniziale.


Non ci sono troppi km davanti ed non c'è neanche una scarpa che mi permette il grip giusto per salire,  ma sono così ..... ho prestato le scarpe da trail a Giada , una giovane new DASsina che provava il trail per la prima volta e porta quasi il mio stesso numero di piede.
Mi son divertito con le scarpe da 5/10 mila stradali,  180 gr di leggerezza trasportati su una coloratissima  Brooks Hyperion messami a disposizione da Outdoor & Trekking Store di Ravenna.

E' stato un ulteriore gioco ed alla fine dei conti il risultato è positivo,  certo sono mancate nel grip in un punto cruciale ma mi hanno regalato una leggerezza e gestione della falcata nella neve a dir poco fantastica.  Le mettevo dove e come volevo facendole sparire sotto quello strato di neve che gli garantiva una frenata allo scivolamento di suola molto naturale.  Il tratto di fine neve è stato invece un avventura di instabilità ma lì ero in lotta con un collega runner ed certi particolari, in pieno aognismo, passano poi in secondo piano.
Finale del bosco a canna rientro sulla strada per in cento metri finali prima del the o vin brûlé (io the) preparato da Giorgio.
Sorridente e divertito scambio due battute con i ragazzi  prima di andare incontro a Lisa (andata molto bene) ed ai trailers Domani Arriva Sempre.
La conclusione della giornata e la scelta del ristorante gestito dall'anziana signora dietro alla quale poteva nascondersi un terribile serial killer sarà oggetto di un prossimo post su un altra pagina web.

L'apporto energetico, reintegrante è stato curato da Inkospor ed anche questo sarà oggetto di un prossimo post.

Non mi resta che rinnovare i complimenti ai ragazzi dell'ASD Trail Forlì procedendo  con la preparazione di questa Stagione 2017 ancora navigante in situazione di cantiere aperto ....ma anche questo sarò oggetto di un prossimo post.

Ci risentiamo a post ....eriori

Domani Arriva Sempre
Andrea Pelo di Giorgio
































venerdì 10 febbraio 2017

E' Stato un piacere








Non c'è molto da scrivere ne spiegazioni da riversare in queste mie pagine,
Solo una corretta informazione nel rispetto di chi mi ha sostenuto nel corso delle mie divagazioni sportive.

E' così che, dopo tanti anni, mi trovo a salutare l'energia rossa di Enervit .

E' una mia decisione, forse può sembrare strana ma capita che si prendano decisioni di cambiamenti anche quando si è soddisfatti sia del rapporto che del prodotto.

Solo un paio di parole,

un grande grazie ad Enervit  per avermi dato fiducia e accolto in un team fatto di veri campioni
ed il grandissimo piacere nell' avere avuto rapporti con la stratosferica e solare Fulvia ed il più serioso e posato Raffaele.

E' stato un onore

Grazie di tutto

Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre


domenica 5 febbraio 2017

Direzione Uttanasana

Fermo al bivio del dolore,  tra le tante indicazioni , S. Carlo, Roma, Selbagnone , Acquacheta, Case Castagnoli, Bari, Zadina di Cesenatico, Roma, Pagigi, Val Pusteria, scelsi direzione Uttanasana.

E' un luogo molto vicino, sorge a pochi passi da Just Pilates Studio non è servito dalla metropolitana ma vi si gira molto facilmente.
Proprio lì vi è una porta che porta,  tra il lusco e il brusco, il fusto e il busto, il sacro e il non profano ad un piccolo entroterra definito da alcuni "Terra Rilassante" , da altri "Terra Rilassante per altri".

I palati più sopraffini lo hanno rinominato il Tempio Seltz per via delle sempre presenti caramelle frizzine ma per tutti è  Atman Yoga Cesena.

Atman Yoga Cesena, rappresentato da omini  viola/blu/azzurri  che assumono la forma di lettere in posizioni yogiche è un centro che professa la scuola Iyengar e proprio a quella, grazie al traino (.....spinta da dietro .....) di Lisa sono approdato ormai da più di un anno conoscendo Davide.
Lui è il nostro maestro, un ragazzo alto nella norma, massiccio, che si piega più o meno tanto per poter stare dentro ad una valigia senza soffrire le pene dell'inferno.


Assomiglia a Milhouse , l'amico di Burt Simpson, ....forse gli occhiali, la forma del capo .... forse ambedue entrambi, non importa, a me, simpaticamente lo ricorda in modo deciso e simpatico.
Appassionato di Yoga, Davide (non Milhouse), ha una metodologia di insegnamento molto chiara e semplice che, oltre a mostrare le posizioni e il come fare ad eseguirle correttamente, mette in luce perché, percome e benefici.
Cosi navigando tra posizioni dai nomi stranissimi, soffro per circa un oretta e mezza settimanale lasciandomi scappare di tanto in tanto qualche "..ttanasana"  giusto per alleggerire il peso della fatica.
Le lezioni scivolano lentamente (per me) in un clima sereno, tranquillo ed ilarico avvolto da migliaia di  asana che si arrampicano ormai anche sui muri.
La speranza principale  è che tutti facciano bene l'esercizio (siamo una 20ina circa) affinché il maestro Davide Milhouse  non decida di passare in rassegna per la correzione.

- state lì !!! dice mentre la gente già si getterebbe sulle rotaie del treno.

Poi parte correggendo, perfezionando le posizioni di ognuno, lentamente, prendendo tutto il tempo necessario per far capire i movimenti giusti quasi non curante del suo State lì !!! e di  X persone che ormai preferirebbero il nodo scorsoio :-).
I tempi si allungano, l'eterno si avvicina, la sofferenza cresce, i muscoli chiedono perché , i respiri si fanno pesanti, l'invasione delle cavallette arriva .....e noi siamo ancora lì.
e questo dura  fino al tuo momento (chissà perché sei sempre l'ultimo ? ), la chicca finale in cui il maestro, muovendoti, anche solo di qualche millimetro, ti assesta le coltellate finali.  :-)

E' un mondo difficile :-) , certo, ma è un obbligo che devo al mio fisico, un lavoro per farlo stare meglio e, sopratutto, per allontanarlo da infortuni pronti a tendere agguati dietro ad ogni angolo.
Sinceramente di yogico ho forse solo la pazienza, fatico in ogni posizione, comprese quelle in cui il maestro dice la famosa frase, "adesso ci riposiamo " ....soffro anche li, nella posizione della foglia morta (dico bene ? ),  in  Uttanasana ...."rilassatevi" ...continua a dire mentre il mio fisico si chiede come.
E' una lenta e lunga sofferenza che mi accompagna fino all'unica posizione che riesco ad assumere senza particolari difficoltà ed in grado di rilassarmi :
Stesi per terra al buio.
Non la eseguo correttamente, la mia mente non è in grado di assentarsi di entrare al di là di quella porta aperta dalle parole di Milhouse Yoga, lei fugge a divagare nel mondo della mia amatissima fantasia raccontandomi e creando storielle che un giorno appariranno su queste pagine piuttosto che altri fogli elettronici.

E' una sfida, un gioco, un obbligo, un compito per regalarmi lo "star bene postumo" oltre che un apprendimento culturale e lessicale.
Oggi vocaboli come, Uttanasana, Malasana, Ustrasana, Triconasana, fanno parte del mio vocabolario personale pronte ad essere citate in qualsiasi contesto stupendo i presenti.

Sono o non sono un Pelò-Stravasana :-)  



Domani Arriva Sempre
Andrea Pelo di Giorgio










giovedì 2 febbraio 2017

#FattoreIgsylon ...il montepremi

In sincerità, in cuor nostro,  ci piace pensare che la lista qui a fianco non sia neanche poi così importante visti  gli obiettivi Fattore Igsylon si pone ma è giusto che ci sia, sopratutto per citare ancora e ringraziare le aziende, persone che hanno acquisto il Fattore Igsylon partecipando con il proprio "ci sono" alla costruzione del montepremi.

I premi devono ancora essere assegnati alle relative posizioni (lo saranno più avanti) e, incrociando le dita, dovrebbero ancora aumentare.

Ci teniamo a sottolineare che tutte le entrate derivate da Fattore Igsylon verranno donate interamente (le spese di gestione/pubblicità e quant'altro saranno sostenute da D.A.S) ,attraverso le mani del presidente Alessandro Trucchia, alla pro loco di Belforte del Chienti che in accordo con   i Comuni di Belforte del Chienti, Caldarola, Serrapetrona, Camporotondo, Cessapalombo saranno gestiti per rimettere in moto la macchina produttiva di eventi fonte basilare per riavviare la "vita" di questo piccolo fazzoletto Sibillino.

Un ultima raccomandazione .....l'onestà !!!

Fattore Igsylon è un gioco, vuole si raccogliere fondi ma anche incentivare gli sportivi, le persone a giocare un po' di più prendendo le cose con una leggerezza maggiore.

Domani Arriva Sempre vanta il diritto di richiedere la prova delle attività comunicate settimanalmente tramite il form (cliccando il bottone blu "scarica i tuoi km" nella pagina principale di Fattore Igsylon ma ....non vorrebbe farlo e i motivi non sono neanche da spiegare.


Grazie di tutto                                              IL MONTEPREMI

Domani Arriva Sempre

Andrea Pelo di Giorgio



giovedì 26 gennaio 2017

Assoluti...ssimi D.A.S

Nulla di più era disponibile, non a caso erano gli  Assoluti...ssimi D.A.S.

Sabato 21 gennaio 2017.
La scusante ?

Sempre quella, organizzare un evento sportivo nascosto dietro alla semplicità che dia la possibilità a tutti di giocare ed esserne protagonisti.
Lontano dai fenomeni, da quelli che "so tutto io" che "se vuoi andare forte devi allenarti così"  da quelli che "nella vita e nei dialoghi è solo sport"  e sopratutto lontano da quello stupido campanilismo che " l'evento l'organizzano loro allora noi non ci andiamo".

Allegria, gioia,  leggerezza la fanno da padroni, come sempre in tutti gli  eventi DAS,  ogni colore di maglia e pelle, ogni caratura di personaggio sportivo è invitato, compresi quelli che la tirano lunga con domande su domande su domande, evidenziando un potrei, forse , non so,  se mi danno il permesso ...... anche loro sono invitati  anche se poi alla fine non vengono mai.
Certo che questa volta già il trovare la location risultava di per se una sfida impegnativa che sicuramente ha defalcato il grosso gruppo di interessati attirato dall'ottimo lavoro della D.A.S. Comunication Entertainemen Group LTD.
La Basilica del Monte, situata in un terreno ameno, nascosto, camuffato dentro alla terra di nessuno e pronto a spostarsi, a mimetizzarsi per non farsi scoprire, raggiungere  è stata la sede destinata a fungere da ritrovo, partenza, arrivo e ristoro finale .
Un luogo raggiunto solamente dai più coraggiosi da coloro che ambivano  in particolare modo a combattere per la conquista di una delle 6 esclusive T Shirt "Assoluti...ssimi" messe in palio dall'organizzazione.

E' il campionato supremo di Run , maschile e femminile, con l'aggiunta anticipata come partenza dell'omonimo titolo di Nordic Walking a categoria unica vista la presenza, a poche ore dall'inizio manifestazione di partecipanti solo del gentil sesso.

Percorso medesimo per entrambe le pratiche sportive, 12 km impegnativi disegnati dal funambolo Pelò.
Sali scendi continui con tre strappi da cuore in gola di cui l'ultimo, all'arrivo, caratterizzato dalle splendide e incisive Scalette, 800 metri ciotolati sul fondo in salita decisa e caratterizzati da gruppi di scale simpatiche come poche.

Ritrovo dalle ore 12,30  con pettorali personalizzati nel numero ideati, progettati e costruiti in puro legno massello da Oliver Mordenti (autore con Pelò anche della certosina segnalazione del percorso).
Brieffing e partenza Nordic Walking/Walking alle ore 13,00 , briefing e partenza Corsa a piedi  alle ore 14,00.

Il settore Nordic Walking si mette in moto registrando la peggiore e più scalcagnata partenza di una qualsiasi competizione agonistica e non del mondo  intero.
Spiato dall'inquadratura di una telecamera segreta di Sky, quasi puntuale, il pronti e via viene seguito da soli tre/quattro passi  prima di  adagiarsi e fermarsi sul lato sx della strada  attendendo che la guida madre Fullin finisse di regolare i bastoncini a due novizi di cui non facciamo il nome per il non rilascio dell'acconsentimento ai dati privacy .
A distanza di qualche minuto il gruppo si muove affrontando la discesa iniziale girando a dx ed allontanandosi con il classico tic tic tic dei walker nordici .

Spazio quindi ai runner,  alcuni nervosamente si riscaldano girando su e giù, alcuni si tengono ben coperti per non essere vittime del freddo intenso che avvolge il monte nella giornata di sabato, alcuni ...non hanno fatto la cacca.
Esclusa l'assenza (ma presenza in qualità di assistente alla zona partenza/arrivo) di Giulia, infortunata al ginocchio, quella del quasi favorito Finocchio Rinaldi Matteo per problemi sopraggiunti e di Alina per problemi di salute dell'amato Dalmata (operato nella mattinata....auguri auguri auguri)il parterre risulta completo
L'organizzazione parla di più o meno 25 Runner e 25 Walker, la prefettura dice 7 in totale, la stampa intitola i 3000 Assoluti...ssimi

Partenza alle ore 14,00, dopo un accurato brieffing durante il quale Loris ha più volte asserito che nel caso non si fossero viste le indicazioni si sarebbe incazzato.

Gruppo Domani Arriva Sempre: Lisa, Gaelle, Mirela, Sandy, Valentina, Elisa, Simona Oliver, Pelò, Fabrizio, Andrea, Edoardo, Marco, Alessandro, Marco
Gruppo esterni: Andrea, Loris, Matteo, Roberto, Mario, Paola, Laura

Gruppo esterno volante: 4 ritardatari arrivati già scaldati sotto la guida sapiente di Negosanti (il 5°) e qualche altro aggiunto.

La gara prende il via a ritmo serratissimo imposto dal prode  Sir. Mordenti ben deciso a spaventare subito gli avversari diretti.
Si pone  in testa facendo il ritmo nei primi 349 metri  davanti a Soldati e Pelò prima che quest'ultimo prenda in mano la direzione del gioco proponendo un attacco deciso nella prima salita. Soldati e Oliver non tengono, il buco che si crea risulterà poi incolmabile garantendogli il passaggio sotto alla linea di finisher in  posizione assoluta.
La lotta per il secondo rimane fervida e col coltello tra i denti fino a metà gara, poi Andrea Soldati allunga o Mordenti Oliver accorcia accusando leggermente (le cose vanno dette tutte) la stanchezza incamerata nell'effettuare la marea di compiti organizzativi insieme all'amico Pelo (stanco anch'esso)
Al secolo Oliviero chiude terzo proprio grazie al suo stato di forma fisica ma sopratutto grazie al polleggiarsi del duo Loris Cappanna/super guida Matteo Batani che decidono di mettere in atto il ritmo solo dopo un paio di km passati con l'amica Paola nelle retrovie del gruppo.
In campo femminile domina Lisa Lapomarda che sfrutta le potenti caratteristiche  necessarie su certi tipi di percorso giocando al gatto col topo con Fabrizio Tovani, ammonito al primo strappo per  aver dato del "finocchio al presidente"  una volta avuta la conferma che si trattava del primo e non del terzo (lucidità sotto sforzo) .
Secondo gradino per la miracolata, nell'esser riuscita a trovare al Basilica del Monte, Mirela Cacaj che precede la rientrante Simona Thai Nanni.
Per signorilità organizzativa sia Pelò che Lisa decidono (in realtà decisione pregressa) di lasciare le Ambite Maglie, con il conseguente titolo di Assoluti...ssimo 2017, agli atleti seguenti in classifica Soldati - Cacaj).
Gli ambitissimi titoli di Disassoluti...ssimo 2017 vengono vinti, a sorpresa, da Marco Medri e Sandy causando lacrime di affrantezza a mister Tovani Fabrizio e Laura Calori.
Nordic Walking: a posteriori della partenza più scalcagnata del mondo e della squalifica dei walker Oscar ed Armandino rei di corsette irregolari,  la corsa viene dominata da Silvia T. e Barbara (Maglia Assoluti...ssima a Silvia per amicizie altolocate) che si impongono sull'ormai ex sesso forte Roberto,  Fabrizio che per rivincita, da poco cavalieri, regolano Silvia S.
Ambita maglia Disassoluti...ssima all'esordiente Cecilia (D.A.S) anticipata per questioni di cavalleria dal marito Giampiero .
L'istruttrice e favorita Mara Fullin  accusa fisicamente arrivando a metà gruppo difendendosi poi (all'incrocio con Pelò sulle scalette) con uno sterile "mi hai detto che ero fuori gara e non ho spinto".

Ristoro con the caldo Casa Mordenti ed Active Iso Drink - Inkospor per tutti mentre la classifica va completandosi e il primo tempo dell' "Assoluti...ssimo Sabato" finisce lasciando spazio all'omino dei ceci, cioccolatini, caramelle, coca cola ecc. ecc.

Ore 20,16 c/o l'Osteria Paia di Villa Inferno dal buon Guido:
una strepitosa conduzione di serata da parte di Oliver Mordenti e Pelò assegna ufficialmente:
le Ambitissime T Shirt agli aventi diritto
regala:
le famose 6 bottiglie di vino offerte da Qwine discorsi di vino assegnate grazie al fattore universale "Botta di Culo"
organizza:  la, altresì,  famosa lotteria a premiazione successiva "indovina la data di nascita di Guido",  premio a sorpresa  Qwine discorsi di vino  consistente in una bottiglia di pregiato vino Rosè che il buon Soldati non ha voluto aprire e condividere con gli amici ....... tra i quali spiccava lo stesso che poche ore prima gli aveva lasciato
l' ambito Titolo di assoluti...ssimo.  :-)
La vita a volte è molto dura.

Alle ore 23,03, con la comunicazione alla prefettura,  Polizia Municiapale,  venditori di rose cingalesi,  la serata vine dichiarata ufficialmente chiusa dallo stesso Allegri camminante a mezz'aria dopo aver visto e valutato positivamente quanto uscito dal concorso.

Si ringrazia:

Oliver Mordenti
Alessandra Barbieri
Gaelle Lambrickx
Lisa Lapomarda 
Mara Fullin 
Guido Allegri e famiglia
Giulia Baradel
Pelò 
i partecipanti tutti 
lo spirito madre e anche il lievito 

Grazie ancora

Andrea Pelo di Giorgio
Domani Arriva Sempre


























sabato 14 gennaio 2017

Ma sto bene ?

Era scaduta
il 5 o 6 gennaio 2016 ...forse il 7.
Me n'ero accorto un po' dopo vittima del mio stesso anticonformismo a cui non piace attaccare le etichette al proprio posto.
L'etichetta del rinnovo di 5 anni fa l' avevo attaccata in basso proprio a cavallo tra la seconda e la terza pagina.
Il tempo e gli apri e chiudi hanno fatto il resto creando una crepa proprio sopra all'ultima cifra dell'anno, l'avevo notata negli uffici preposti al pagamento delle contravvenzioni che arrivano direttamente a casa.
Non si vedeva più ...... io, nel dubbio, dicevo 2017 alle signorine della Polizia Municipale.

Un giorno, preso da un serio dubbio ho aperto le ditina delle mani facendo i conti esatti.
Era scaduta punto.
Nulla da obiettare, nulla da ridire, ma anche nulla da fare perché tra il lusco e il brusco , fusco e il lambrusco, che non bevo, ho continuato a far la mia vita regolare, guidando ogni santo giorno (pur sapendo) pagando anche qualche altra contravvenzione.
Con l'anno nuovo .....che dobbiamo essere tutti più bravi ......ho deciso che era giunto il momento.
Niente di più facile, l'agenzia automobilistica  in cui, è  sempre presente il dottore è a pochi passi,  ne approfitto.
Poche decine di minuti e tutto è ritornato nei parametri di legge.
Ora sono più tranquillo, forse manca un po' di brivido ma  ......è sicuramente meglio così.
E allora perché scrivo sul mio amato blog ?

Occhi a parte, regolarmente controllati appurando che ho bisogno di lenti ......"senza probabilmente  non esco neanche da qui"  ho comunicato al dottore,  mi ha stupito molto lo svolgimento dell'altra parte.
Al bancone dei servizi pratiche auto mi era stata consegnata una cartella con all'interno vari fogli tra cui un questionario.
- Questo lo compilerà col Dottore. mi ha spiegato la signorina .
- Bene.
Ho dato un occhiata per curiosità, giusto un paio di colonne di domande relative alla salute.

Arriva il mio turno, passo la cartella al Dottore, che mi saluta per cognome leggendo sulla cartella.

- Lei sta bene ?
- Si. rispondo tranquillamente
- Non ha nessun problema ?
- No.  sono sano.

- Bene allora qui tiriamo una riga.  commenta tirando un paio di righe annullando tutte le domande.

Sorrido, rimango stupito, non per i 23 € che poi pagherò per i suoi 5 minuti di visita, ma per la facilità con cui mi ha creduto.

A me è stato bene, ho  perso poco tempo e via andare.

So di stare bene ma, se avessi avuto dei problemi sarei stato in grado di esser così sincero e mettere a rischio il rinnovo della patente o avrei fornito la stessa risposta uscendo dall'ufficio col permesso di guidare per altri 5 anni ?

Sorrido uscendo dall'agenzia
- Ci vediamo fra sei anni .......tanto uno ce l'ho di franchigia

Domani Arriva Sempre
Andrea Pelo di Giorgio