sabato 18 giugno 2011

Eclisse oscurata

per un appassionato di fotografia, amante dei riflessi, del buio lumisono un eclisse lunare è sicuramente un occasione da non perdere.
è il 15 giugno 2011, non servono lenti inbrunite e non c'è nessun rischio per le pupille.
alle 21 e qualche minuto faccio la mia entrata nella spiaggia libera di Cervia regalandomi, per prima cosa, la sublime sensazione della sabbia fresca sotto ai piedi nudi . magica.
mi sistemo in riva , il silenzio è rotto solo dalla musica delle onde che si spiaggiano in riva, da una leggera brezza che stricia le orecchie e dal brusio delle voci dei passeggiatori serali.
campo base su di un moscone prima e su di un lettino chiuso poi.
c'è ancora molta luce, il sole uscirà di scena alle 21.22
la luna si mostra molto timidamente,è come se fosse dietro ad una tenda semittrasparente, lasciando intravvedere la macchie dell'eclissi già iniziata .
posiziono il cavalletto e la mia fida Canon.
scatto con cadenza a qualche minuto l'uno dall'altro click.....click.
già mi distraggo , due ragazze portano a spasso i cani , uno , il labrador, non vuole andare in una direzione e improvvisa un teatrino accucciandosi per terra ogni qualvolta la padrona prova a cambiare direzione .
le luci di Cervia, già accese, rapiscono il mio occhio.
il cavalletto si gira, si abbassa, alza e io scatto quello che colpisce il mio occhio anche in condizioni non ottimali
torno alla luna per un attimo , ha già fatto notevoli passi verso l'alto ma è ancora spenta . click .... click
ho il tempo per rubare degli istanti al mare.
so che apparirà dipinto di mistero impressionando l'obiettivo aperto col passaggio delle onde.
puntuale il sole saluta e la luna acquista una luminosità più accentuata di colore arancione macchiata in parte di buio.
ero lì per quello , riposiziono il tutto , scatto e osservo il risultato nell'ordine ripetendo più volte il circolo vizioso .
poi una piccola voce :
- ma fotografi la luna ?
c'è una bimba, coi nonni, seduta in un lettino intenta a gustarsi lo spettacolo della luna .
resto colpito dall'espressione entusiasta che ha , è completamente rapita dallo spettacolo e lo racconta proprio con la semplicità di una bimba.
rispondo di si
- sei un fotografo?
- no, un appassionato
- posso vedere? ed è già lì
così mentre dal lato arriva la voce :
- Marti stai attenta , non toccare ......
mostro alla piccola amica il risultato di un paio di scatti.
è già mia amica.
- ma tu sei in vacanza a Cervia?
rispondendo di no vengo a sapere, dalla sua vena chiaccherina , che lei è di Carpi e che sono 9 anni che passa tutta l'estate al mare.
così mentre faccio qualch scatto imparo che "là in fondo c'è Cesenatico, più indietro il porto di Cervia e andando oltre Milano Marittima"
gira intorno osserva e parla con un innocenza disarmante
tutto questo mentre rimane rapita dalla luna che diventa sempre pù scura a causa dell'avanzamento del cono d'ombra.
ne approfitto per farle una foto che già vedevo con la mente.
posiziono la macchina per uno scatto in verticale poi le dico :
- Marti vai un po avanti e a sx ?
- ma sai già il mio nome?
- :-)
sicuramente è una delle foto che volevo e la luna non è neanche protagonista
venti secondi di posa e il click è terminato.
la avverto e viene di corsa a vedere il risultato
- bella dice sorridendo.
la luna è completamente scura , l'autofocus fatica a trovare punti di riferimento e il fuoco manuale mi crea qualche problema a causa della mia ciecità.
saluto Martina e famiglia che rientrano a casa.
ancora qualche scatto, uso il grattacielo di Cesenatico per trovare il fuoco, poi qualche minuto in cui gioco con gli scatti usando un fascio di luce e la mia persona.
mi riempio le orecchie con la melodia del mare, respiro quell'intensa tranquillità e mi dirigo all'uscita col mio armamentario a tracolla.
prima di rincasare mi concedo una sosta gelato .
siedo fuori
coppa di gelato in mano, un occhio alla luna ormai bianca e un pensiero a Marti che con la sua semplice spontaneità di bimba ha avuto il potere di oscurare l'eclisse.
forse tutti dovremmo fare un corso per rimanere, almeno in parte, bimbi dentro .
Click Martina!!!

Nessun commento:

Posta un commento