domenica 17 giugno 2012

Squame d'amore - La Festa - 30° puntata


Puoi leggere tutta la blog-novela cliccando su "Squame d'Amore"



Che era il compleanno dello scrittore Elvezio lo aveva imparato dalla Ginger Ginger Ginger che nella rubrica conclusiva di Asganaway del 12 giugno “cosa abbiamo imparato oggi” come ultima notizia lo aveva comunicato a tutti gli ascoltatori di Radio Deejay.

Elvezio scivolò fuori dal block notes in cui era stato riposto da Andrea Pelo di Giorgio e approfittando del suo sonno fece rientro nella sua casa multi stanze….. c’era la festa da organizzare e doveva essere qualcosa di memorabile nel tempo .
Quella sera il grande salone di casa Elvezio era irriconoscibile, Jamessignore Sissignore aveva lavorato in maniera certosina creando un ambiente in linea con la linea tracciata dal rotolone regina che ormai da decenni continua a rotolare in giro per il mondo garantendo morbidezza al culo della gente.

Cribalda, la cuoca perimetrica, una volta mandato a fare in culo Bastianic -“avete 5 minuti per preparare un arrosto di vitello triste appoggiato sul letto di vostra moglie” si era superata preparando manicaretti che abbracciassero tutte le culture del mondo in modo da andare in contro alle tradizioni degli invitati multirazziali .
Criba (così la chiamava X-Folin nei momenti di intimità) non si fidava, le tavole erano bandite!
Per la sua tranquillità Elvezio impiegò Angelo a guardia di quest’ultime .
Responsabile della sicurezza della serata il sig. Evandro (direttamente da “la Pineta – Milano Marittima – 1983”) in grado di garantire un esperienza sopraffina ad Elvezio e soprattutto dotato di un gran colpo d’occhio.
L’entrata alla grande festa costava l’obbligo di un sms al numero 45500 SOS terremoto (un obbligo morale per tutti ) con verifica gentilmente effettuata dal buttafuori.
SOLD OUT



Dopo 60 minuti dall’apertura dei cancelli casa Elvezio era sold out, la gente si era riversata in massa al “bentornato Elvezio” e questo lo faceva stare bene comunicandogli a lui , Elvezio, che i rapporti umani sono comunque il valore della vita.
Anche Franco Telarompo ammetteva l’importanza dei rapporti , lui andava matto per quelli in cui non ci si guarda negli occhi
La festa aveva preso quota in un battibaleno , la musica aleggiava nell’intero locale con volumi differenziati a seconda dell’area in cui ci si trovava comitive di Giapponesi fotogravano ogni angolo del grande salone mentre quelle i cinesi taroccavano direttamente qualsiasi cosa sfruttando ,chiaramente e ahimè, la mano d’opera molto minorenne.
Solo quella 20ina di ora giornaliere in condizioni disumane …giusto per farsi le ossa ed arrivare all’età adulta pronti.
Dean correva su è giù per il salone , per evitare di doversi fermare si era fatto delimitare una corsia tutta sua con un banco rifornimento personalizzato dove poteva ingerire quanto gli era più gradito. Il suo obiettivo era di raggiungere le 135 miglia prima che il gallo avesse cantato due volte
Il Cavedano spinneggiava allegramente all’interno di una piscina trasparente appoggiata al centro del salone in compagnia di componenti del mondo ittico appositamente inviatati da Elvezio per offrire una bella serata all’amico squamoso .
Le passere erano quelle più ambite dal Cavedano anche se in realtà la sua preferenza era per le sogliole ma la tenevano costantemente appoggiata sul fondo . Le anguille portate dall’inseminatore Oliver Mordenti erano di ottima compagnia e si dimostrarono subito amiche ma nient’altro anche perché si erano mosse tutte senza larve lasciate volutamente ai capitoni che il dottore riempiva di ormoni facendoli vivere in condizione “sborrevole” (parola V.M. 18 anni) costante .
La pescia spazzina dopo averlo guardato intensamente, uno sguardo da pescia lessata, staccò la ventosa dal vetro lasciandolo poi con un sorriso strano in viso e due profondi pestoni sotto agli occhi .
Rafa Nadal arrivò, direttamente dal Roland Garros, ancora sudato e con la racchetta in mano e visibilmente affamato. Solo il tempo di mettere il ciuffo sotto la fascia , sistemare le mutande che appropinquandosi ad afferrare un piatto di lasagne con la trippa si accorse di non avere più al polso il suo orologio da 300.000 dollari; i tavoli erano banditi e Angelo in pausa pranzo.
I timori di Cribalda erano fondati.
Nel frattempo , in cucina , Angelo (drago di Komodo) aveva chiuso nell’angolo Ridge il mascellone intimandogli , per la sua salute, di lasciar cadere a terra quei 20 kg di carne che Cribalda aveva stivato nella sua bocca.
La testardaggine fa male , lo aveva sempre detto il nonno e se neaccorse anche Ridge non appena Angelo gli piantò i denti nello stinco .
Un urlo lancinante rimbombò nella cucina e la carne stivata nella mascellona cadde senza avere neanche il tempo di toccare terra tanta fu la voracità di Angelo.
- Vedi cosa succede a fare il cretino con Angelo ? disse il drago di Komodo .
- Sempre ascoltare il nonno. Aggiunse uscendo dalla cucina scodinzolante.
Fernando Alonso aveva parcheggiato la F2012 nel parcheggio non custodito dimenticandosi di togliere il frontalino della radio mentre Massa era già uscito …… testa e coda anche alla festa.
Vale Rossi 46 cantava “speriamo che piova” di Fabio Concato per ridurre il gap da Stoner e Lorenzo che effettivamente erano già giunti al settore dolci/frutta e caffè .
La classe politica in generale non era stata invitata e non fu fatta entrare neanche sotto la tremenda minaccia di pagare il biglietto .
L’assenza della politica Italiana si riflettee negativamente sulla presenza di escort di alto borgo diventata a tutti gli effetti un assenza .


Luna un essere uoma-donno vagava per la festa predicando il verbo “M’arrazzo” …. un abile tentativo di truffare la sorveglianza cosa non riuscita, fra l’altro, anche al sig. Marrazzo fermato all’entrata e rispedito a Vicolo Corto…. come il cazzo dei cinesi (cit. Club Dogo)
L’area spettacoli era tenuta viva da “quel che resta dei Village People “ ….. solo un vagone accompagnato, per l’occasione, da quel che resta dei Franke Goes to Holliwood .
Elvezio era euforico , sia per la vita ritrovata che per l’affetto dimostrato dalla gente che lo attorniava . Girava dappertutto, guardava attentamente ogni scena che colpiva i suoi occhi e la sua mente , sorrideva , si fermava a chiacchierare con gli invitati facendo gli onori di casa .
Hazard, le quattro frecce di non si sa che cosa, lampeggiavano nella parte buia della sala creando l’effetto psicadelico nella zona disco del salone : Laura Taiola cercava Funghi …. Elena che scappava inseguita da una Cribalda con la malsana intenzione di metterla nel sugo per le tagliatelle; il conte longevo Beppe Beppetti disegnava fantasie nei muri del grande salone senza peraltro aver avuto l’autorizzazione da nessuno; ignoto il cadavere rimaneva ignoto ma in fondo non era poi così dispiaciuto visto che nessuno lo cercava per rinchiuderlo nell’ambiente legnoso o addirittura per …. “cenere eravate e cenere ritornerete” .
La dottoressa Ucraina Simpeva Domoidova non si presentò …. la sua nuova immagine di “digerita” non le piaceva affatto; Ella interloquiva tranquillamente con con Elda “che finisce presto” mentre Franco Telarompo le circumnavigava marcando il territorio
Nel grande schermo Colpo Grosso non iniziava per l’assenza dei conduttori Umberto Smaila e Linda Lorenzi ritardati da un anomala situazione di “palla” dell’Umbertone nazionale.
X-Folin attendeva la fine del turno di Cribalda per fare le ripetute
La festa era al culmine quando dall’alto la mano di Andrea Pelo di Giorgio entrò nella scena afferrando e alzando delicatamente Elvezio riponendolo nella zona disco del salone proprio davanti a lei intenta a dimenarsi in tutta la sua bellezza di donna .
- Qui devi stare caro il mio Elvezio. E’ venuta apposta per te, lo sai ….. e se non lo sai te lo dico io . Qui!!!
- Sai che Cassano parla ….. per carità nulla contro i Gay , sia mai detto ….. però visto che ti piace la passera sarebbe inutile alimentare dichiarazioni del genere.
Elvezio rimase un attimo inebetito davanti a quello spettacolo che così sinuosamente si muoveva.
Lei si girò sorridendo e strizzandogli l’occhio
Lui non se ne accorse …… stava guardandogli sfacciatamente il culo
Ma durò poco ….. si avvicinò con fare da gatta e dopo averlo dolcemente baciato lo portò in mezzo alla pista dove si ballarono anche l’anima isolandosi da tutto .
La festa si protrasse fino all’alba momento in cui lei scappò non prima di consegnare però labbralmente un altro bacio ad Elvezio sussurrandogli un eroticissimo
- Ci vediamo fra poco Elvi
Il cuore batteva a mille


- Dopo ? dopo quando ? dove? chi ? io ? si domandò immobile in mezzo alla pista dotato di un sorriso da ebete ed un evidente bozzetto in zona pubica
Che festa , che spettacolo , che divertimento , quanti sorrisi e risate liberate nell’aria quella sera .
L’unico a comportarsi in maniera non corretta fu un certo sig. Precetto autore di un atto assolutamente non gradito ad Elvezio ne a chi ne fa le veci
Non parlava direttamente , lo faceva il suo avvocato minacciando a voce alta che avrebbe fatto questo o avrebbe fatto quello .
Il mio cliente non tratta, lui vuole tutto e basta. Se tutto non sarà esproprierà legalmente qualsiasi cosa le appartenga ….. tempo dieci giorni …. si ricordi dieci giorni
Non aveva capito niente , Il sorriso e la fantasia non sono beni che possono esser portati via, qualunque cosa faccia, qualunque cosa dica.
Elvezio tirò la leva.








Una botola si aprì facendo cadere nel vuoto entrambi i personaggi che sparirono inghiottiti dalla terribile punizione di divenire commessi Expert





-Il cuore , l’umanità e il sorriso …… questo mi ha insegnato Giuly












Vaffanculo Sig. Precetto !!!

La porta della camera da letto si aprì
- Ti sto aspettando …….. le disse lei terribilmente conturbante

FINE DELLA TRENTESIMA PUNTATA


Personaggi Principali
Elvezio protagonista principale
Cavedano protagonista a suo modo
Elda l'amica di Elvezio che finisce presto
Cribalda cuoca di origine perimetrica
La bidella la bidella
Ginepro il figlo, forse, di Elvezio
Mazzotti Fabrizio il Vip nello Yacht
Ridge attualmente il cassettone della cucina
Dingo un vero esemplare
Bartolomeo Pestalozzi il personaggio misterioso al cinema
jamessignore il maggiordomo preso in prestito
Osvaldo il testimone di Geova
il pacchetto detective il pacchetto detective
X-Folin lo spirito belga di passaggio
Oliver il professore succube di Cribalda
Rinaldo l'oculista del paese
Federico e Marisa speaker ufficiali di "squame d'amore"
Don Lesto parroco di casa Elvezio
BUV Bidella Utility Veichle
Dalai Il lama del parco naturale
hazard quattro frecce di non si sa quale auto
Andrea Pelo Di Giorgio lo scrittore
Banda Asganaway i deejay
fernando Alonso comparsa in bici
Beyonce ospite d'onore
Pippa Middeltone e il suo culo
Laura taiola Laura Taiola
Funghi Funghi Elena
Figalessa commessa negozio ottica Cesena
ignoto cadavere
Beppe Beppetti il conte longevo
Angelo il drago di Komodo
Quinto il giudice aerografato
Camilla la barista
Simpeva Domoidova Dottoressa Ucraina -mangiata da Angelo
Ella Ella
Maradona Maradona
Andrea X-Folin Andrea X-Folin
Oliver Mordenti L'anguillologo
Commissario Basettoni Commisario d polizia
Dean Nuovo Amico podista
Aldovini Legale del Cavedano
Zanella Tour Operator specializzato in Pinerolo
Argumenzio Il correttore appena assunto
Notaio Silvestro Il notaio di casa Elvezio
Alex Bellini Artista esploratore di se stesso