martedì 3 luglio 2012

Alba N(u)otevole - La Prima


Era il 12 giugno, il compleanno di Pelo e per una eccezionale coincidenza che si verifica ogni 2000 anni in quella giornata era in programma anche la prima edizione 2012 de "L'alba Nuotevole"
Per ancora quei due o tre gatti che non sanno cosa è specifico che si tratta di un raduno amichevole natatorio alle luci dell'alba.
Le istruzioni da seguire sono semplici e poche
1) Mettere in preavviso che quel giorno la sveglia sarà presto
2) Aver voglia di fare un po' di esercizio fisico
3) Essere predisposti ai rapporti umani
4) Coltivare uno spirito positivo
5) Varie ed eventuali
&) Amare le emozioni
7) Saper nuotare ma non è indispensabile bene/oppure non saper nuotare e accontentarsi di starea bagno nell'acqua dove si tocca.
Ore 4.55 a.m appuntamento al Bagno Bussola di fronte al Surfing Shop da Guido Allegri quello di Paia.
Giusto per una nota di colore l'evento su Facebook aveva raggiunto una 45ina di ci sarò e penso altrettanti forse ci sarò.
La folta presenza prevista del social e non attesa (esperienza acquisita) veniva defalcata anche dalle previsioni del tempo che non davano certo una giornata estiva.
Avevo comunque confermato l'ufficialità dell'evento , sia mediaticamente che vocalmente a chi chiedeva, giustificandola con
- .....se piove ? tanto andiamo in acqua, cosa ci importa?
4.55 a.m davanti al Bagno Bussola che appare chiuso per l'occasione.
Ci contiamo .... siamo in 11, il tempo brutto ha fatto sfraceli, a dire il vero in 12 ma è una storia difficile piena di punti dolorosi e difficoltà personali che verrà a galla solo dopo.
C'eravamo .... io , Manuel di Barbora, Sbarzagli Luca, Massimo Bandini , Stefano Ricci, Riccardo Mastroianni, Valentina Pizzigati, GianLuca Rizzi, Mazzotti Fabrizio, Gianluca Bracco Brancaleone ... l'undicesimo non me lo ricordo , forse non c'era neanche quindi eravamo in 10 poi 11 con la storia .......
Nel buio di quella notte non ancora mattina, trovandoci di fronte ad un cancello chiuso, decidiamo di entrare dallo stabilimento balneare a fianco effettuando un giro vizioso e accomodandoci, poi, sotto la capannina del bagno Bussola.
Nubi in cielo e minaccia pioggia molto ma molto probabile.
Continua il buio mentre pianto la bandiera surfing, mentre ci prepariamo, mentre telefono a Guido che farfuglia che il cancello è aperto , che scenderà dal letto e che arriverà velocemente ...... " ma quanti siete?"
E' ancora buio anche quando mi arriva il messaggio da Alessandra Zampighi ...." mi sono addormentata fra 20 minuti sono lì"
Tanti 20 minuti ....l'Alba arriverà prima e la piccola mandria di pesci, o sciame, scalpita dalla voglia.
Si ride, qualcuno fa gli auguri a Pelo, qualcuno gli aveva già portato in regalo un barattolo di nutella (chissà perchè) invitandolo anche per il post nuotata sullo yacht ormeggiato al largo dove la Gregoracci, si dice, avrebbe fatto dei servizi.
Si scende in spiaggia .
Sono le 5.15 , l'alba è prevista per le 5.26 ma c'è già, e di colpo, una luce abbastanza luminosa.
Tutti in muta con le varianti di Manuel e Valentina con muta corta e Stefano con maglia in lycra da surfista.
L'entrata in acqua di Stefano è pari a quella dei bambini che fanno la corsa fino a cadere di peso nell'acqua con l'unica differenza che lui si butta con stile.
Due tre forse quattro bracciate e si mette in piedi farfugliando parole in comprensibili che magicamente diventano comprensibili quando entro in acqua.
Detta in dialetto italianizzato "è svidra".
Armato di volontà , oltre che di telecamera gentilmente concessa dalle anguille Cesenaticensi, mi getto anche io e dopo qualche bracciata riemergo liberando nell'aria parole colorate simili a quelle detta poc'anzi durante il varo dei piedi in acqua.
Per quanto è fredda tanto è pulita ed invitante ad essere nuotata.
In fondo quei 17 ...18° rimangono impressi solo ai nostri piedi .... almeno per quelli che indossano la muta (che se potesse parlerebbe anche lei)
Tutti sommersi e tutti nuotanti ..... non so cosa sia di preciso ma anche se il tempo è brutto , anche se l'acqua non è calda il tutto è sempre bello e molto emozionante . Le nubi minacciose colorano il cielo con strati più scuri lasciando corridoi di azzurro chiaro, il rosa e l'arancione del sole ,che non si mostrerà, si intravvedono all'orizzonte mentre la pioggia ci bagna dall'alto.
Rimaniamo galleggianti nell'acqua a fare delle chiacchere più volte.
Una boa , un altra ..... " non è fredda ma i piedi non li sento" è la frase che mi viene più naturale mentre raccolgo immagini non di Zampetto che non si è assolutamente vista.....
"Strano , aveva detto 20 minuti, forse la troviamoo al bar"

Rientriamo .... direzione doccia calda e colazione .
Bracco esce di corsa provando l'uscita come se fosse in gara, Mazzotti esce già con la muta calata .... si sospetta una Gregoracci subacquea .... mentre gli altri escono tranquillamente alla rinfusa Rizzi compreso che si ritrova già rinfuso con se stesso.
Massimo Bandini fa uscire 15000 litri dalla muta che forse è leggermente abbondante, Manuel trema , Valentina di meno mentre Stefano sembra che addirittura sudi.
Esce dall'acqua anche Riccardo visibilmente sorridente anche se non è ancora chiaro se trattasi di espressione reale o ibernazione.
Il buon Guido arrivato, ci viene incontro sulla spiaggia, ci scatta una foto e ci dice:
- par me a si di mat !!!
La doccia è bollente e ce n'è a sufficienza per tutti mentre sul tavolo insorgono paste di vario genere accompagnate da una torta della nonna. Manuel continua a tremare fino all'intervento provvidenziale di Rizzi che gli presta la felpatina Surfing e di un the bollente.
Luca Sbarzagli c'è e dice più volte qualcosa ma non viene segnalato probabilmente perchè parla seriamente.
Dell'Alessandra nessuna notizia, si saprà solo più tardi che ha provato a fare l'Alba Nuotevole al bagno 340 di Milano Marittima ..... quello dello scorso anno .....anche se era stato detto , ridetto ,segnalato che la prima edizione di quest'anno si sarebbe svolta da un altra parte.
Il solito allegro relax del post Alba, pre lavoro per alcuni, pre bici per altri fanno da cornice alla fine dell'evento amichevole mentre Fabrizio Mazzotti vuole ci fa capire con un linguaggio strano (vedi video) che il suo amico Bracco è gay.
Per Pelo è un gran inizio di compleanno con un emozione che, tanti o pochi , vale sempre la penna di essere vissuta.
Appuntamento il 19 luglio c/o Bagno 340 di Milano Marittima
"l'Alba N(u)otevole Lugliosa - La prima col sole"
forse l'Ale andrà al Bagno Bussola ....d'altronde non possiamo arrivare dappertutto :-)))))






Nessun commento:

Posta un commento