venerdì 17 agosto 2012

Alba d'Agosto ..... una differenza N(u)otevole

Ore 5,15
...e mentre le luci del giorno  timidamente si affacciano all'orizzonte le ombre di tre loschi individui sottraggono, con estrema fatica,  due pedaloni  a uno stabilimento balneare di Lido di Savio.
Grazie ad un barlume di luce si possono scorgere chiaramente i tratti somatici di Andrea Pelo di Giorgio,  Mirco e di Oliver Mordenti  dotato fra l'altro anche di una videocamere dall'aspetto alquanto stanco .... come scarica .
Non è un azione losca quella che stanno compiendo, il permesso di prendere i pedaloni è stato accordato dal gestore dopo ore ed ore di trattativa portata avanti da Giovanni del bagno 340 di Milano Marittima e quella che stava iniziando, mentre le prime luci del giorno facevano capolino, era la tanto attesa Alba N(u)otevole d'agosto, la prima  Pedalevole.
Appuntamento per tutti alle ore 5.30 a.m al Bagno 340 nominato a tutti gli effetti come teatro ideale dell'evento.
Sponsor ufficiale dell'evento la natura che ci accoglie gratuitamente per regalarci la solita ma sempre diversa emozione.
Meteo brutto, mare ondulato, pioggia, clima non proprio caldo .... non importa perchè  non c'è stata volta che, facendo roteare gli occhi , non si sia incappati in un intensa emozione da respirare .
La bellezza di nubi minacciose,  la delicatezza della luce che si presenta poco prima dell'alba, la fascia di foschia grigia scura che ogni volta ci fa esclamare "oggi non la vediamo ", lo spicchio di sole che si leva dal lontano orizzonte davanti ai nostri occhi , i colori dei riflessi  sul mare , l'essere immersi in quel mare  in quel momento  è come sentirsi parte di quell'evento naturale che si ripete giorno dopo giorno.
Così, mentre i pedaloni vengono messi  in posizione d'imbarco e le bandiere Surfing Shop innalzate al cielo, davanti agli occhi attoniti di ragazzi che hanno passato la notte di ferragosto in spiaggia l'evento prende tono con l'arrivo dei partecipanti.
Addetti alla regolarità delle operazioni in zona bar Rodolfo e Matilda, due bassi personaggi dalla potente struttura e sguardo minaccioso ma anche dolce.
Tutti più o meno con gli occhi ancora piccoli e non perfettamente svegli ma tutti con il sorriso e la voglia di vivere l' emozione che in questo mese di agosto, per la prima volta, grazie alla presenza dei pedaloni e grazie alla volontà di genitori  è  divenuta familiare.
Tutto regolare, pochi sono i ritardi ... giusto un pelo Gollinucci  che riesce però a rientrare nei ranghi , Bedei che recupera in zona T1 e nella prima parte del nuoto e Olivucci  che  "ci vediamo domattina per l'alba , ci vediamo domattina per l'alba" poi arriva alle 9,00 quando di Alba disponibile forse c'è solo quella che chiamavamo Alba la Muratora (data la professione).
Mute (per chi ce l'ha) ,  occhialini e cuffie e si scende a riva.
La foto ufficiale mostra orgogliosa la presenza di tre famiglie complete di cui una, Vaghetti Family, con una futura bimba che vedrà la luce fra un paio di mesi.
Stefano pesta per la voglia di entrare in acqua  creando agitazione tra i presenti adducendo ad un alba imminente ma viene subito contraddetto da fonospiaggia che annuncia e conferma come orario ufficiale dell'alba le 6.14 a.m.
Mare è piatto , vento inesistente e  temperatura dell'acqua gradevole , le condizioni sono spettacolari.
Si scivola dentro,  la sensazione dell'acqua a contatto con il corpo è un tenero abbraccio .... iniziano le bracciate regolari dando al corpo la direzione "oltre gli scogli ".
I nuotatori arrivano velocemente  mentre i  pedalò necessitano di un minimo di organizzazione per  il traino del natante bimbi (Gian Mattia Folin - Gian Marco Vaghetti - Matteo Ricci + due ragazze che hanno fatto l'alba al mare + Alce) legato a quello adulti per l'assenza di timone.
Al punto di sosta  Ric. Bedei  ci raggiunge e saluta facendo pesare il suo stile di ottimo nuotatore ma viene, giustamente schernito da tutti quindi chiede scusa  e allora viene salutato ed accolto a braccia aperte (parabola del figliol prodigo secondo Pelo) .
Un paio di pause,  qualche parola , le videocamere che riprendono frammenti di una decisa e bella allegria.
L'arrivo ai punti di sosta delle imbarcazioni  sembra a tutti gli effetti il pietoso arrivo delle carrette del mare impegnate nel viaggio della speranza verso le coste italiane.
Gremite oltre al concesso risultano leggermente in balia del mare ed avanzano scarrocciando sotto la spinta delle gambe di Oliver e Cristiana.
Il punto X (non Folin assente per impegni lavorativi ma presente col resto della famiglia - Nicoletta /Gian Mattia) viene raggiunto e il gruppo si ferma per i  5 minuti o poco più di attesa .
Lo spettacolo imminente viene anticipato da quello dei bambini che scatenano l'allegria e i giochi facendo tuffi e scorribande nel mare.
Scendono in acqua anche i nuotatori meno provetti ( meno fondisti) e una delle ragazze della notte in spiaggia.
- impossibile non farl. commenterà poi.
Si resta a mollo , fluttuando in quell'immensa vastità  del mare e  mantenendosi in posizione verticale pronti per lo spettacolo che si mostrerà nel giro di pochi minuti ma  solo dopo all'entrata in acqua di Alce, il primo iscritto ufficiale all'evento.
E' uno spicchio di sole che sembra timido quello che fa capolino all'orizzonte uscendo dalla coltre grigia di foschia
- eccolo , eccolo , eccolo . annunciano voci entusiaste
Pochi frangenti ed esplode in un tutta la sua maestosità , una  stupenda palla di fuoco rosso/arancione come mai avevamo visto nelle edizioni precedenti  fa mostra di se e  velocemente si alza staccandosi dal pelo dell'acqua.
Iniziano i giochi di colori, i riflessi ondulati sullo specchio dell'acqua mentre l'emozione di tutti è palpabile.
"I numeri uno" , dice Stefano ,  "i numeri Uno" dice Riccardo "i numeri Uno" dice qualcun altro.
Io guardo in giro , cerco di captare dai visi , specialmente dei nuovi arrivati, qual'è la reazione a questo spettacolo.
E' qualcosa di grande, di intenso , un bellissimo libro da leggere.
Cullandosi e lasciandosi cullare dall'acqua  si fluttua per gli ultimi minuti ,  Paola, Filippo e Francesca si esibiscono in un insignificante tentativo di nuoto sincronizzato cercando di emulare  Terry ormai svizzero a tutti gli effetti  mentre Marzia si chiama fuori dalla 15 km di nuoto.
- Sono Pelo. dice Pelo a Francesca ..... Filippo non ci ha neanche presentati (che vergogna) ....aggiunge
Gollo e Gotta spiritosaggiano in giro , Andrea Ricci (spinto dall'ormone)  monta l'Alce,  Paola e Cristiana affrontano l'avventura del rientro natatorio sostenendosi a vicenda mentre Riccarrdo & Riccardo si chiedono come mai Alan non si sia presentato in orario e Zampetto nuota decisa e sicura come non faceva da tempo.
Oliver scende in acqua e nuota  meglio delle Anguille,  Luca filma tutto mentre Arianna, ancora estasiata dai Rodolfo e Matilda (oltre che dall'Alba),  si informa sulle abitudini alimentari dei triathleti  capendo alla fine che l'unico strano è il suo ragazzo .
La famiglia Pressice al completo  sguazza mostrando una stessa ed unica linea famigliare , Andrea nuota, Matteo fa casino, tuffi e spettacolo , Stefano sta nella congrega ed alza il dito in gesto di ok alla videocamera mentre Paola non da il consenso per l'uso della sua immagine.
Nicoletta nuota fino al punto X  (non quello del marito) dove a voce alta chiederà l'intervento  dei pedaloni  sotto l'occhio divertito del figlio Gian Mattia ormai dirigente del natante giallo.
E' l'ora del rientro .
La strada del ritorno avviene passando dentro agli scogli ,  le carrette della speranza vengono arenate sulla riva  prima di rientrare al bagno 340 dove veniamo accolti dalle lamentele di Rodolfo ( a cui non va bene  mai niente) e da Matilda che scuote la testa.
E' il 16 agosto ma è uno dei  15 agosto più belli che abbia mai fatto.
Per molti non c'è nessuna fretta  e la zona doccia , colazione /relax viene affrontata con una calma estrema.
Paste mirabolanti , caffè , capuccini  mentre il relax prende il sopravvento e siamo padroni di quella spiaggia ancora libera dai turisti.
Un aria pura e piena di allegria che respiriamo a pieni polmoni  è il regalo  più indicato  per chiusura dell'Alba d'Agosto ....................un Alba veramente N(u)otevole.


Si ringrazia in ordine sparso:
Il bagno 340 e tutto il suo personale
Mirco e Oliver per il trasporto mosconi
Oliver per la fornitura di Go Pro scarica
Luca Novali per la GO Pro carica
il gestore dei pedaloni per l'assenso all'uso di questi ultimi mentre dormiva
Rodolfo e Matilda e Kate per la presenza canina
Alce per la presenza Alcina
Il surfing Shop per le bandiere
gli intervenuti tutti
i genitori per lo splendido regalo fatto ai figli
Francesca e la signorina che porta in grembo
il mare , il sole e la natura per l'ospitalità


Guest Star assoluta per le esibizioni con Alce e i tuffi carpiati  : Matteo Ricci