giovedì 30 agosto 2012

"Squame D'amore" Elvezi - Trentaduesima puntata


Attenzione , puoi leggere l'intera blog-novela cliccando su "Squame d'Amore"


Isauro fece il caffè
Minacciò di scendere in piazza , di chiedere asilo politico alla ambasciata ecuadorena insieme ad Assange di Wiky Leaks. … per la sua condizione di uomo nato schiavo per decisione di non so chi
Era un mondo difficile quello che c’era da vivere in quell’anno 2012 …. caffè su caffè…. Quasi 80 al giorno , “Isauro prendi quello , Isauro fai questo, Isauro la porta sbatte col vento, Isauro portami su la valigia, Isauro …, Isauro …. Isauro …”
Uff !!! sbuffò Isauro
- Non sbufferai mica Isauro ? Lo sai che non puoi, non devi !!!
E senza contare le storie di avvocati pignoranti diretti da persone senza p che non facevano altro che creare problemi su problemi agli uomini di buona volontà così in cielo come in terra.
Ma questo, in fondo, non era un problema interessante per i lettori di Squame d’amore, Isauro faceva parte di un'altra storia e a meno che non avesse presentato regolare domanda in carta bollata da 14,00 € non poteva essere preso in considerazione .
Le ferie erano finite e qui non ci pioveva.
A dire il vero non pioveva proprio neanche lì e ormai erano quasi 60 giorni che la terra non beveva a casa Elvezio .
Questa situazione faceva montare la protesta del reparto sieposo che ormai a furia di non dissetarsi aveva girato il fogliame in giù andando in una crisi senza precedenti che tolse loro la forza per la protesta .
Lunedì 24 Agosto in realtà era un Venerdì ma non lo disse a nessuno solo per creare tre giornate improvvise  di bollino rosso sulla rete autostradale (venerdì il rientro credendo fosse lunedì … sabato , accortisi della fregatura, il ritorno al mare per il week end , domenica sera/lunedì mattina il rientro definitivo) .
La compagnia Autostrade ringraziò l’ignoto buffalmacco .
Il mondo riprendeva il suo tram tram e anche nella più famosa Blog Novela Mondiale succedeva lo stesso .
Il Cavedano grazie all’intervento di Elvezio viveva momenti tranquilli nella stanza 37 dove finalmente era al riparo della cattiveria altrui scatenata dal pesce Barbo, che per motivi presupposti tali ma in fondo non applicabili allo stato delle cose, voleva vederlo in pasto agli squali .
Il periodo di calma estrema gli permetteva anche di coltivare i suoi hobbies , anche se in realtà non aveva dei grandi risultati .
Il suo orto  nonostante lo tenesse bagnato non decollava, nel bricolage aveva qualche difficoltà , mentre la raccolta di francobolli ..... si attaccavano dappertutto .  
-Colpa dell'umidità.  diceva a gran voce  .
Aveva stretto rapporto amoroso/carnale con una Cernia , con un sorriso accattivante, due labbra da far venire i brividi e uno sguardo da ….. Cernia che lo faceva sbandare ogni qualvolta la vedeva.
Anche Elvezio aveva “il suo Barbo” neanche letteralmente tanto distante , ma stava imparando a vivere tranquillamente e sempre col sorriso visto che il suo fantastico mondo era intoccabile qualunque cosa succedesse.
Quel giorno, ad onor del vero , le televisioni di tutte le stanze alimentavano l’ipotesi di un tracollo finanziaro mondiale che si sarebbe tirato dietro tutti quegli elementi segnalati nel grande registro degli avidi portandoli nelle condizioni che , nella loro vita, avevano fatto provare a terzi (godendone a pieni polmoni)
I terzi in fondo erano soddisfatti , un bronzo è sempre un bronzo specie se a livello mondiale.
Quel mattino Elvezio si svegliò bambino di pochi mesi , cullato dalle braccia di donna di cui non vedeva il volto ma le tette si.
Due bellissimi ed abbondanti seni che poteva spaparazzare , baciare ,succhiare, lettere e testamento come mai gli era capitato nella sua vita da adulto .
Strano ….. come poteva ricordare dal momento che 
era pargolo ?
E ….
E…..
e…..
…..cazzo , sono andato a correre in pausa pranzo senza appuntarmi la frase e mi sono dimenticato.
e….. insomma , ma forse stava solo sognando .
Probabilmente era così , stava dormendo nella sua camera ed era solo in preda ad un sogno veritiero.
Elvezio era in sala Tv (ma non stava dormendo? ) , le Olimpiadi la facevano da padrona e lui, da grande appassionato non perdeva l’occasione per farne una ghiotta scorpacciata
Su Rete4 “Tentacoli innamorati” un‘appassionante, oddio appassionante
Interessante, oddio interessante
coinvolgente, oddio coinvolgente
storia, oddio storia…..
un …. Insomma e a tratti anche scontata (c’è la crisi) raccontava lo strano rapporto tra una donna e un polipo.
Lei non poteva sopportare il vizio di lui abbracciarla continuamente ed inserire i tentacoli .
Una storia che continuò per tre anni tra alti e bassi , passando da uno spogliatoio di giocatori di basket ad una riunione del circolo dei nani prima di finire tragicamente nel piatto di un ristorante della Montecarlo bene dove il polipo pote mangiare
Usain Bolt volava sulla pista mentre Schwazer pur di non partecipare alla Kermesse olimpica, timidone,
 si inventava un’assurda storia di doping a base di Kinder Pingui comprati in un Conad della Turchia Orientale dove sembra si servisse anche Ben Jonshon  pur di star davanti al figlio del vento che per’altro nego sempre la cosa dichiarandosi impotente pur di non pagare la quota per gli studi a Carl.
La Pellegrini e Magnini avevano altro da fare e si concedevano , tra una e l’altra una vasca in piscina giusto per raffreddarsi e darsi una lavata .
Qualche record mondiale decise di crollare sotto le bracciate di atlete geneticamente modificate , uscite da una fabbrica in Cina in grado di creare esseri mani destinati ad un compito specifico nella loro breve vita . Un progetto usa e getta che non aveva bisogno neanche di una rottamazione statale .
Le prove ciclistiche furono fatte in bicicletta mentre le gare di lancio del peso furono adibite a persone che avevano combinato qualcosa di grave nella vita .
lo spettacolo del triathlon tolse luce al torneo di Badminton e di Palla a mano gioco da villano .
IL torneo di calcio provò vergogna di essere alle olimpiadi, il torneo di tennis riscaldò il cuore degli Inglesi mentre del torneo di freccette nessuno disse niente.
L’atletica fece la parte della Regina e la Regina fu costretta arimanere nel palazzo nascosta sotto ad un cappellino dei suoi .
Il pubblico si spellò le mani a furia di applaudire e Andrea Pelo di Giorgio vinse il medagliere con 37 medaglie d’oro , 7 di argento , 5 di bronzo ma soprattutto vinse il titolo Olimpico dell’Ironia cosa mai riuscita a nessuno prima d’ora …più o meno le 22.57 (finirò in tempo mi chiedo ?)
Gli spaghetti usarono il rimmel al posto del nero di seppia e la seppia ne era anche felica .
Su TV Retrò trasmettevano le avventure di Super Vip e mini Vip , Dick Dusterdly e le macchine volanti alla caccia del piccione Simone e la spassosissima Wacky Races.
Cribalda entrò in sala tv annunciando la colazione.
Marmellata, fette biscottate, yogurt, caffè (non quello di Isauro) prima del caffè del bar (stanza 54).
La colazione era un momento di sana tranquillità nella vita di Elvezio e quel giorno la stava facendo due volte:
in cucina , servito da Cribalda

   nella Nursery sciucciacchiando una bella tetta.
   La sveglia suonò nella camera nr 17 .
   Elvezio si alzò di buon umore come tutte le mattine e ,come tutte le mattine, si recò a far colazione.
   La sorpresa di trovarsi davanti se stesso intento a fare la sua colazione (sua di lui) fu più potente dell’ultima volta che aprì un uovo di pasqua trovandovi dentro un portachiave raffigurante la Fiat Ritmo (auto dell’anno Medioevo).
Appurata l’assenza di specchi , di telecamere di Scherzi a Parte , intavolò un discorso amichevole ed educato con Elvezio che mise in evidenza le stesse posizioni di entrambi .
Ognuno difendeva il suo stato di originale, nessuno accettava l’ipotesi di essere un clone e, entrambi, non credevano nel teorema di Pitagora cosa che fra l’altro non era inerente alla storia ma offese quest’ultimo  che dalla sua posizione triangolare lanciò ai due un ipotenusa appuntita .
Le parole riempivano la stanza rimbombando a tal punto che Cribalda ne uscì con le mani nei capelli e con i capelli nelle mani … a tirare troppo succede così.
Chiusa la porta le immagini dei due Elvezio , come per miracolo, si smaterializzarono svanendo nell’aria. L’ipotenusa le trapassò quando ormai non erano più materia andando ad infilare un pollo che passava casualmente di lì dandogli un futuro sicuro sullo spiedo .
“……….tofornafa bafambifinofo !!!” aveva detto il Signore.
Questo aveva chiesto Elvezio quella notte assalito dalla voglia di sciogliere il fiorotto e questo gli era stato concesso .
I due Elvezi in cucina ?
Un paio di errori nella citazione della formula , d’altronde anche sua Eminenza non è che fa certe cose tutti i giorni .
I vagiti di Baby Elvezio invasero il salone (gli avevano tolto la tetta) ,
il campanello suonò ,
James Signore rispose al telefono ,
il postino urlò “è il campanello !!” ,
nella stanza 37 magicamente anche il Cavedano diventò un piccolo pesce in fasce proprio mentre , ahimè, Gilda la Cernia aprendo la bocca stava praticando un avido risucchio .
Glup !!! deglutì Gilda mandando giù il piccolo Cavedano.
Una lettera scivolò in casa dalla fessura della posta , era in bollo da 21 € e dentro vi era
A) una domanda per entrare a far parte di Squame d’amore
B) La richiesta di resto pari a 7,00 € da bonificare all’Iban che potrete vedere el corso delle puntate precedenti .
C) Un Caffè per tutti
Tutti i personaggi di Squame rimasero per un attimo attoniti dall’evoluzione della situazione ma poi ripresero le proprie attivià confidando nel buon senso di quello che sta di là dallo schermo .
Angelo il Drago di Kodromodo era uscito un attimo a sbranare un paio di passanti , poi un tuono , un lampo e giusto il tempo di un paio di segnalazioni per i naviganti che Radio deejay cominciò ad diffondere la sua musica nell’aere.
Aere era una parola ostica al piccolo Elvezio, si rifiutava di impararla perché asseriva che nella vita futura gli sarebbe servita a poco .
Cullato dalle braccia e dalla ninna nanna che arrivava dal viso che non vedeva chiuse gli occhi proprio mentre una soave voce proveniente da sopra al seno sussurrava un dolce “Ti amerò” e dalla stanza 37 , sotto al livello dell’acqua un’ittica voce prometteva …..“ti cag…ò
L’obiettivo dell’ispettore Canon (leggasi Cannon)  non fu mai preso in considerazione



   FINE DELLA TRENTADUESIMA PUNTATA 







Personaggi Principali
Elvezio protagonista principale
Cavedano protagonista a suo modo
Elda l'amica di Elvezio che finisce presto
Cribalda cuoca di origine perimetrica
La bidella la bidella
Ginepro il figlo, forse, di Elvezio
Mazzotti Fabrizio il Vip nello Yacht
Ridge attualmente il cassettone della cucina
Dingo un vero esemplare
Bartolomeo Pestalozzi il personaggio misterioso al cinema
jamessignore il maggiordomo preso in prestito
Osvaldo il testimone di Geova
il pacchetto detective il pacchetto detective
X-Folin lo spirito belga di passaggio
Oliver il professore succube di Cribalda
Rinaldo l'oculista del paese
Federico e Marisa speaker ufficiali di "squame d'amore"
Don Lesto parroco di casa Elvezio
BUV Bidella Utility Veichle
Dalai Il lama del parco naturale
hazard quattro frecce di non si sa quale auto
Andrea Pelo Di Giorgio lo scrittore
Banda Asganaway i deejay
fernando Alonso comparsa in bici
Beyonce ospite d'onore
Pippa Middeltone e il suo culo
Laura taiola Laura Taiola
Funghi Funghi Elena
Figalessa commessa negozio ottica Cesena
ignoto cadavere
Beppe Beppetti il conte longevo
Angelo il drago di Komodo
Quinto il giudice aerografato
Camilla la barista
Simpeva Domoidova Dottoressa Ucraina -mangiata da Angelo
Ella Ella
Maradona Maradona
Andrea X-Folin Andrea X-Folin
Oliver Mordenti L'anguillologo
Commissario Basettoni Commisario d polizia
Dean Nuovo Amico podista
Aldovini Legale del Cavedano
Zanella Tour Operator specializzato in Pinerolo
Argumenzio Il correttore appena assunto
Notaio Silvestro Il notaio di casa Elvezio
Alex Bellini Artista esploratore di se stesso