martedì 15 gennaio 2013

Mondiali Runnig Surfing Shop


Giuseppe e Barbara Campioni Mondiali Surfing Shop Running 

Nel suggestivo e fangoso percorso intorno a Roversano - Cesena abilmente disegnato da Illo per soddisfare le caratteristiche di un po' tutti gli atleti, Gottarelli escluso, si sono svolti , sabato 12, i Campionati Mondiali Run del Surfing Shop rtroattivi al 2012 per concludere in festa una splendida stagione. 
Giornata dal clima rigido e nebbioso, percorso fangoso e altamente impegnativo nella salita che dal fiume savio riportava in quota , 15 atleti motivati e pronti a vendere cara la pelle tra i quali i nuovi giunti Paolo Palladini e Enrico Montevecchi "vestente" i panni di Gregoretti. 
Assente per presunto infortunio Alfio Bulgarelli, Bedei Riccardo; per bicicletta Bissioni Chrtistian e Casali Christian più altri compresi i  Ciccini in gita di piacere nel paese dei pupazzi, la Zampetto, la Vale sparite e la Marzia avente meglio da fare Hop hop hop.
Puntuale retroattiva ...8 minuti prima , alle 15.07  la partenza sulla strada che porta a Roversano dove ha preso il via la battaglia rimasta equilibrata fino alla prima discesa .
Qui Giuseppe Del Priore e Cristian Mazzotti allungano su Andrea Pelo di Giorgio (in difficoltà tendinea nella prima  discesa) e Paladini Luca mentre in campo femminile Barbara Pavani partiva a tromba staccando debora Garavini e l'ospite Gabellini Rita.
A metà della strada sul rivale del Savio Giuseppe cambia ritmo salutando tutti (senza salutare) e andando a vincere il titolo iridato in solitudine mentre alle sue spalle una feroce battaglia tattica stava nascendo  con Pelo che rimontava Cristian staccandolo prima della lunga e fangosa salita ben sapendo che sarebbe stata a suo svantaggio. A metà salita circa lo Stambecco si rifà sotto sorpassando Pelo che però ha la forza di rintuzzare l'attacco tutto sotto gli occhi di un silente Paolo controllore da dietro.
Sulla fine della salita proprio dove c'è il dorso d'asino Cristian sottovaluta l'avversario e continua col suo passo camminato mentre Pelo parte di corsa gettandosi nell'asfalto dove aveva previsto di attaccare . L'attacco  violento e spietato porta Pelo a staccare Cristian che pagando lo sforzo della salita e del tentativo di rintuzzare Pelo su asfalto viene sorpassato da un Paolo indiavolato che va ad affiancare Pelo nell'ultima salita.  Al rientro sullo sterrato Pelo attacca un altra volta e grazie ad un dolore al ginocchio di Paolo riesce a staccarlo e a raggiungere l'argento . 
Paolo difende  la sua posizione conquistando il 3° gradino del podio mentre a Cristian non rimane che conquistare la medaglia di legno all'insegna del becco più assoluto.
Ma non finisce qui per  casa Mazzotti  in quanto nella gara femminile Debora in progressione vorticosa raggiunge Barbara proprio negli ultimi 500 metri  dove, presa da generosità estrema vedendo l'avversaria in difficoltà rallenta avvisandola con :
- dai che mancano solo 500 metri .
Ma come si sa l'avvoltoio guata e ....piomba! , così Barbara piazza una volata secca accaparrandosi l'iride ai danni della buona di cuore Garavini in Mazzotti .
l'ingresso
Pian piano, "mentre già si continua" a ridere, arrivano anche tutti gli altri .
Ottimo esordio nelle file Surfing di Enrico Montevecchi 5° al quale susseguono, in campo maschile, Claudio Minotti e il sorprendente giovanissimo Matteo Rinaldi . ll costante Lorenzo Piemonti che sta preparando tutte le gare del mondo con particolare attenzione a Roth gara che affronterà in compagnia dell'amico GianMarco Mosconi e con l'assenza dell'altro, svolge una prova molto onesta tirando dritto fino a casa propria senza offrire la doccia a nessuno. 
Per concludere nel miglior modo il trail non potevano mancare, nonostante una moltitudine di segnalazioni , un paio di atleti semidispersi.
Rita Gabellini al rientro n strada sterrata scende a sx ritornando praticamente indietro perdendosi nella landa containa.
L'atleta cesenate verrà salvata da morte certa da Oliver che captando i suoi lamenti la guiderà oltre al ruscello della salvezza.
Roberto Gottarelli forte della sfida già vinta con l'assente Gollinuccisi rilassa e tira dritto alla deviazione d fine asfalto arrivando fino a Montereale dove si accorge di aver sbagliato poco prima di fermare un auto e fare una figura meschina.
Nel rientro sui suopi passi fortunatamente si imbatte in Oliver che stava togliendo (come da programmi) le segnalazioni del percorso e per il rotto della cuffia si salva.
Rita batterà  Roberto (io una fatica così non la faro mai più) in volata.
Poco distanti da loro il trio Oliver Mordenti (che per doveri di organizzazione non ha potuto sfruttare le sue potenzialità) insieme a Stefano Tisso e Massimo Bandini  campione mondiale Swim in carica.
Classifica finale:
1° Giuseppe del Priore 45.34
2° Andrea Pelo di Giorgio 49.15
3° Paolo Paladini 49.20
4° Cristian Mazzotti 49.41
5° Enrico Montevecchi 53.50
6° Claudio Minotti 53.51
7° Matteo Rinaldi 53.52
8° Pavani Barbara 53.56
9° Debora Garavini 53.57
10° Lorenzo Piemonti 1.03.00
11° Rita  Gabellini 1.15.57
12° Roberto Gottarelli 1.15.58
13° Oliver Mordenti
13°Massimo Bandini
13°Stefano Tisselli
16° la sagoma di Cristian

Un grazie maiuscolo a Cristian e Oliver per la collaborazione all'organizzazione dell'evento a tutti i partecipanti per lo spirito , i sorrisi, l'agonismo in gara e alle pazienti accompagnatrici/fotografe.

E' spirito Surfing

Andrea Pelo di Giorgio