sabato 23 gennaio 2016

Seguo l'istinto

Oggi era il giorno del recupero, inteso come recupero chilometrico visto che durante la settimana, riavendo inserito il nuoto, i chilometri di corsa non stanno saltando fuori.
Sabato e Domenica quindi i giorni per recuperare e fare un po' di lavoro in vista del primo obiettivo puntato, la maratona sulla sabbia di San Benedetto del Tronto.
Puntando il dito proprio là ritorno sulla sabbia, come la settimana scorsa, aggiungendo però qualcosa di più ..... il fartlek avendo cura di farlo sulla quella asciutta e morbida,  non sul bagnasciuga battuto dove  san fare tutti :-)

Fa bene, non fa bene ?  Di preciso non lo so, non mi pongo neanche il problema, sento dentro questa voglia e  ...... com'è possibile non seguirla?

Parcheggio zona colonie di Cesenatico e, insieme  a Lisa, attraverso la pineta di Pinarella fino al lungomare di Cervia (5 km circa) poi entro in spiaggia con ai piedi le mie Scott Race Rocker, pronte ad imprimere la loro orma leggera sulla sabba i morbida.

Mare calmo, piatto, leggermente disperso in una nebbiolina mentre un leggero sole scalda appena appena l'aria e qualche presenza invernale popola il fascino della spiaggia invernale.

Imposto il Garmin e con voglia di faticare inizio il gioco affrontando anche un altro timing di riscaldamento, 10 minuti prima del doppio giro di 3/5/7  intervallati dal recupero  

seguiti da un altri 3 giri di un 1/2/3 pastrocchiati con un mediano invertito tra riposi e periodo intenso.      

E' un allenamento duro , non tanto di cuore che non arriva mai ai picchi ma muscolarmente con la muscolatura  che spesso fa decisamente sentire il dolore da sforzo. I ritmi sono abbastanza indefinibili vista la continua difformità di appoggio , l'impegno è invece massimo.
Sensazioni ottime, la potenza si insinua nelle gambe, input positivi arrivano alla testa quartier generale da cui partono tutti i giochi  capace, se ben alimentato, di creare  prestazioni inattese.

Qualcosa oltre le due ore di sforzo, 23 km circa portati a casa che ne valgono molti di più su strada, la bellezza di un compagno di allenamento come il mare e la felicità di aver seguito l'istinto.

Mi piace così, salgo in auto soddisfatto, la finestra metabolica è aperta , R2 Enervit  per un recupero ottimale e direzione doccia.

Domani strada, cercherò di riversargli sopra la potenza creata sulla sabbia .......magari volo :-).

#direzionesanbenedettodeltronto


Domani Arriva Sempre
Andrea Pelo di Giorgio





Nessun commento:

Posta un commento