domenica 5 febbraio 2017

Direzione Uttanasana

Fermo al bivio del dolore,  tra le tante indicazioni , S. Carlo, Roma, Selbagnone , Acquacheta, Case Castagnoli, Bari, Zadina di Cesenatico, Roma, Pagigi, Val Pusteria, scelsi direzione Uttanasana.

E' un luogo molto vicino, sorge a pochi passi da Just Pilates Studio non è servito dalla metropolitana ma vi si gira molto facilmente.
Proprio lì vi è una porta che porta,  tra il lusco e il brusco, il fusto e il busto, il sacro e il non profano ad un piccolo entroterra definito da alcuni "Terra Rilassante" , da altri "Terra Rilassante per altri".

I palati più sopraffini lo hanno rinominato il Tempio Seltz per via delle sempre presenti caramelle frizzine ma per tutti è  Atman Yoga Cesena.

Atman Yoga Cesena, rappresentato da omini  viola/blu/azzurri  che assumono la forma di lettere in posizioni yogiche è un centro che professa la scuola Iyengar e proprio a quella, grazie al traino (.....spinta da dietro .....) di Lisa sono approdato ormai da più di un anno conoscendo Davide.
Lui è il nostro maestro, un ragazzo alto nella norma, massiccio, che si piega più o meno tanto per poter stare dentro ad una valigia senza soffrire le pene dell'inferno.


Assomiglia a Milhouse , l'amico di Burt Simpson, ....forse gli occhiali, la forma del capo .... forse ambedue entrambi, non importa, a me, simpaticamente lo ricorda in modo deciso e simpatico.
Appassionato di Yoga, Davide (non Milhouse), ha una metodologia di insegnamento molto chiara e semplice che, oltre a mostrare le posizioni e il come fare ad eseguirle correttamente, mette in luce perché, percome e benefici.
Cosi navigando tra posizioni dai nomi stranissimi, soffro per circa un oretta e mezza settimanale lasciandomi scappare di tanto in tanto qualche "..ttanasana"  giusto per alleggerire il peso della fatica.
Le lezioni scivolano lentamente (per me) in un clima sereno, tranquillo ed ilarico avvolto da migliaia di  asana che si arrampicano ormai anche sui muri.
La speranza principale  è che tutti facciano bene l'esercizio (siamo una 20ina circa) affinché il maestro Davide Milhouse  non decida di passare in rassegna per la correzione.

- state lì !!! dice mentre la gente già si getterebbe sulle rotaie del treno.

Poi parte correggendo, perfezionando le posizioni di ognuno, lentamente, prendendo tutto il tempo necessario per far capire i movimenti giusti quasi non curante del suo State lì !!! e di  X persone che ormai preferirebbero il nodo scorsoio :-).
I tempi si allungano, l'eterno si avvicina, la sofferenza cresce, i muscoli chiedono perché , i respiri si fanno pesanti, l'invasione delle cavallette arriva .....e noi siamo ancora lì.
e questo dura  fino al tuo momento (chissà perché sei sempre l'ultimo ? ), la chicca finale in cui il maestro, muovendoti, anche solo di qualche millimetro, ti assesta le coltellate finali.  :-)

E' un mondo difficile :-) , certo, ma è un obbligo che devo al mio fisico, un lavoro per farlo stare meglio e, sopratutto, per allontanarlo da infortuni pronti a tendere agguati dietro ad ogni angolo.
Sinceramente di yogico ho forse solo la pazienza, fatico in ogni posizione, comprese quelle in cui il maestro dice la famosa frase, "adesso ci riposiamo " ....soffro anche li, nella posizione della foglia morta (dico bene ? ),  in  Uttanasana ...."rilassatevi" ...continua a dire mentre il mio fisico si chiede come.
E' una lenta e lunga sofferenza che mi accompagna fino all'unica posizione che riesco ad assumere senza particolari difficoltà ed in grado di rilassarmi :
Stesi per terra al buio.
Non la eseguo correttamente, la mia mente non è in grado di assentarsi di entrare al di là di quella porta aperta dalle parole di Milhouse Yoga, lei fugge a divagare nel mondo della mia amatissima fantasia raccontandomi e creando storielle che un giorno appariranno su queste pagine piuttosto che altri fogli elettronici.

E' una sfida, un gioco, un obbligo, un compito per regalarmi lo "star bene postumo" oltre che un apprendimento culturale e lessicale.
Oggi vocaboli come, Uttanasana, Malasana, Ustrasana, Triconasana, fanno parte del mio vocabolario personale pronte ad essere citate in qualsiasi contesto stupendo i presenti.

Sono o non sono un Pelò-Stravasana :-)  



Domani Arriva Sempre
Andrea Pelo di Giorgio