lunedì 18 dicembre 2017

epistola natalizia

Forse dovrei smettere, i 12 anni sono ormai passati da tempo e scrivere "Letterine di Natale" sul mio amato blog non ha più un gran senso considerando anche il fatto che tu, caro Babbo Natale, non mi leggi ne e tantomeno mi segui su Facebook, Twitter e compagnia briscola.
Amara e triste verità,  però la cosa mi diverte, non fa male a nessuno e allora persevero

"Caro Babbo Natale" quindi
sempre io Andrea Pelo di Giorgio, al secolo senza Pelo.
Esatto,  quello nato nel 1967, colui che cerca di vedere tutto dal lato ironico e di infila battute anche nei discorsi più seri e meno allegri pur di provocare un sorriso ed inserire leggerezza
Non riesco a non farlo, è un regalo che mi è stato fatto in tenerissima età, forse il più bello che abbia mai ricevuto.
La mia lista regali è però ancora piangente, d'altronde se non leggi mai i miei suggerimenti finisci sempre col portarmi il solito paio di calzettoni di lana che fra l'altro, non porto più da ormai 20 anni, o una bottiglia di profumo che non uso neanche nell'aria quando #Matilda #bulldoginglese scoreggia, piuttosto che un servizio da The che devi riciclare dal Natale del 1973

Andiamo verso il 2018 un anno che secondo l'oroscopo, mi sono arrivati suggerimenti, sarà proficuo per il mio segno  cambiando la tendenza degli ultimi difficili anni.
Pur non credendo ad oroscopi, segni, astrologia in genere inizierei così col chiederti proprio questo, l'anno dei Gemelli,  che da bravo generoso che sono dividerei esattamente in parti uguali con l'altra parte di me.
Di seguito altri suggerimenti che potrai far scendere dal lungo camino del 2017:

- Un intero anno sabbatico ben retribuito
- La mia partecipazione alle prossime olimpiadi
- Il km da fermo a Fermo fermo un 1 km oltre Fermo
- La filosofia Domani Arriva Sempre attuata da molti più sportivi
- La crisi e scomparsa del fenomenismo in genere
- Il genero umano
- Un programma sul pc che trascriva tutti i miei pensieri
- Una gita in corriera a San Francesco di Assisi con presentazione di Set di pentole annessa
- L'acqua bollente subito quando apro il rubinetto
- Una doccia retrodatata
- un attimino in più di flessibilità
- Il corso di Yoga tutti i giorni ma già fatto
- Ricordi ma non la casa discografica
- La tv spazzatura classificata tra i rifiuti tossici
- Un bidet già fatto (valido solo per il bisogno grosso), uno da ancora da fare e il bidet nel mondo
- Madre natura che afferra Trump per il gatto arancione e lo sbatacchia in giro
- La sparizione immediata delle armi di ogni tipo
- L'assenza di confini sempre
- L'alto il basso e il cretino
- Lo spostamento laterale dell'equatore
- Più radio meno TV
- La fortificazione del mio spirito sportivo
- La fine del Doping in ogni sua forma
- Il libro "Dalla Russia con amore al Nandrolone e derivati"
- Buon senso, buone maniere e integrità morale per tutti
- L'educazione iniettata col primo vaccino che si fa
- I quadrati del teorema di Pitagora sulla radice quadrata del numero del numero fisso
- Il lavoro intestinale regolarmente pagato
- Tutte le telefonate dei call center dirottate al cellulare di Briatore
- L'alba boreale almeno una volta nella vita
- Parlare uno alla volta grazie
- L'integrazione con la natura
- La possibilità al genere umano di guardarsi da fuori e rendersi conto che fa un po' schifo
- La nuova tratta aerea Pechino - Montaletto di Cervia
- La creazione di un esempio mondiale per esempio
- Continuare a regalarmi emozioni fino che avrò vita a campare
- Il livellamento del mondo del calcio e gli altri sport
- Un avventura senza precedenti
- I precedenti dell'avventura
- Il sorriso dell'affettatrice dopo il passaggio della falange
- Un mondo migliore
- Un Pelò migliore
- Un elefante migliore
- Un saltatore con l'astio per l'asta
- Il lancio del disco con 45 giri
- Il frate, il vate , il Tigri, l'Eufrate, il po, Cannavò e l'arte del non so
- Un concerto di Lucio Dalla nella memoria e uno di Jovanotti dal vero
- Un libro già letto, uno da scrivere e il cesto di libri in offerta dell'autogrill
- Uno stop mondiale alle pubblicità di Poltrone e Sofà
- Una classe politica non di 1° elementare
- la possibilità di fidarsi
- Lo studio già effettuato delle cose che devo studiare
- L'Africa, che almeno una volta va visitata per capire
- Una matassa di lana e due ferri del 14 anche 14,3
- Un centrino all'uncinetto, un centro al tiro a segno, il centro della città
- Lo spettacolo dell'alba in una bottiglia di succo di frutta all'albicocca
- Il boia senza lavoro
- Un altro lavoro per il boia
- Il dire il fare, baciare, lettere e testamento non impugnabile anche in caso di tagliatelle al sugo di cachi
- L'albero degli zoccoli ma solo numero 42
- La moneta unica nel mondo migliore
- Una lingua per tutti
- Il valore del denaro ridotto di molto
- L'avidità seppellita
- La possibilità che il genere umano capisse che ci vorrebbe veramente poco
- Il kilometro lanciato da Fermo
- L'arte di mescolare le parole
- Latte e simenthal a colazione
- La manna che viene dal cielo
- la panna che viene dalla bomboletta
- l'Anna che viene
- L'uomo tenace , sagace, rapace e un carapace
- Il chiodo arrugginito può far venire il tetano
- Il non so elevato a Potenza ma anche a Catania
- L'amore non ha prezzo
- L'eliminazione del Viagra  e similari
- La fine delle mail "enlarge your penis"
- Gli sconti del Lidl e i prezzi ,99
- Gli astanti invitati ad un contest di salto in lungo
- Il dovere prima del volere, potere, sedere, Milano da bere
- L'antefatto dopo
- La fine delle molestie sessuali
- Le immagini che lo inchiodavano in un luogo qualsivoglia a fare qualcosa qualsipensi
- La demarcazione  precisa del confine tra molestie sessuali e "te la sbatto in faccia"
- La creazione di milioni di posti di lavoro
- La pensione a 5 anni
- La giornata lavorativa di 6 ore
- Il rapporto completo in 7 minuti
- L'allegria e la leggerezza per tutti
- Un sano vaffanculo  quando ci vuole
- L'umiltà che manca e invece ci vuole
- Il gelato nel freezer che anch'esso ci vuole
- L'esso pronome, l'esso distributore e lessa la carne
- Il cantone dove nascondersi purché vicino ma anche ticino
- La virgole e il punto messi alla cazzo mentre il punto e virgola sogghigna
- Varie ed eventuali
- Non violenza, Rispetto, Sorrisi e colori vivi per tutti 

Grazie
tuo ( si scrive così)
Andrea Pelo di Giorgio

Ps: la presente lista può essere tenuta in considerazione anche da chi vuole in futuro farmi un presente senza l'obbligo di una coniugazione corretta.


 

Nessun commento:

Posta un commento