Adriatic Coast Run Extreme


19 Settembre 2012


Il perchè si cela nell'ignoto, nel non sapere cosa mi succederà nel percorrere una distanza così lunga fuori dal contesto competitivo.
Non ci sarà la prevista sabbia del Marocco in questo 2012, mi dispiace, sentivo dentro la voglia di ritornare nelle ampie distese desertiche, di lasciar perdere il mio sguardo  nell'orizzonte senza confini , di coprirmi  con quella coperte di stelle capace di togliere il fiato. 
Niente sponsor, c'è la crisi. 
Rarissime le aziende (anzi ormai nulle) che credono che anche un "uomo di tutti i giorni"  possa, con le sue avventure sportive, dare visibilità ad un marchio . 
Per una speranza che si sgonfiava (partecipare alla 555+++) c'era una voglia di fare che non mollava, regalare a me stesso una sfida che appagasse quella sensazione che pulsava e roteava dentro valutando tutte le possibili strade da perseguire. 
La sabbia, la possibilità di poter perdere lo sguardo nell'immenso in fondo era a portata di mano. 
La spiaggia diversa dal deserto ma in inverno sicuramente deserta e dal grandissimo fascino poetico.
Il  mare Adriatico,la possibilità di costeggiarlo fino alla sua fusione col mar Ionio, un percorso che mi affascina solo a tracciarlo sulla cartina geografica e , fra l'altro, già vissuto ( in buona parte) in bicicletta.
Farlo passando dalla sabbia, lontano dal traffico , solo con il rumore delle onde, col frusciare del vento nelle orecchie che diventa tutt'uno col  mio respiro, col mio pensiero. 
La possibilità di esplorarmi,  osservare la reazione del mio fisico , della mia mente , sentire la vita che mi scorre lentamente addosso registrandone ogni attimo. 
E poi , in ultimo ma non in ultimo, c'è una raccolta fondi a favore di  Amref  che voglio portare a termine. 
Con il loro supporto e con l'aiuto di Matteo Scarabotti (Amref Italia) era stata data un ufficialità all'avventura Marocchina sfumata. 
Certo non c'è un devo , un obbligo , si deve fare ciò che si riesce  specialmente in questi periodi ma ..... mi  sento meglio se lo faccio,  ho quella sensazione di serenità che si infonde dentro me e mi fa star bene.
Insomma mi metto in moto , niente costi d'iscrizione , niente costi di aereo, ma solo costi contenuti per vivere io e l'equipaggio di assistenza.
Ringrazio fin da ora :
Amref Italia Onlus per la disponibilità e la gentilezza nei miei confronti 
La Stuzzicheria , il Comune di Cervia, Biotex, Metalsider, Maiani, Alma Petroli, Cemento Pantelleria ,Skinfit   per l'appoggio che mi forniranno
tutti coloro che aderiranno alla campagna raccolta fondi con una donazione
tutti coloro che passeranno a salutarmi nel mio tragitto (probabilmente sarà possibile vedere la mia posizione grazie ad un localizzatore satellitare) 
il mio equipaggio ancora in via di costruzione 
e tutti coloro che si presteranno per la riuscita dell'evento.

ADRIATIC COAST RUN EXTREME 
Partenza : 26 Novembre 2012  c/o Piazza Garibaldi Cervia 
Arrivo : indicazioni non pervenute c/o Piazza centrale Santa Maria di Leuca

evento in evoluzione 
altre idee bollono in pentola
STAY TUNED  




Come donare: 

- C/C POSTALE 350 23 001 
- BONIFICO IBAN IT19 H01030 03202 000001007932

Causale : Adriatic Coast Run Extreme 

Andrea Pelo di Giorgio e Amref Italia Onlus ringraziano tutti anticipatamente 

Ps:Specificare la causale correttamente è molto importante






Da qui in poi le pubblicazioni saranno rovesciate, le prime in fondo e via andare

 
04 Gennaio 2013


due righe per Icarus 





31 Dicembre 2012


Freschi, ma già ricordi 






15 Dicembre 2012 







Corriere Ravenna





12 Dicembre 2012


Venerdì 28 dicembre 2012 Osteria Paia di Villa Inferno , Maya permettendo, serata di "Ben Tornato Andrea Pelo di Giorgio" 

rimani attento al bugiardino della serata di prossima pubblicazione






La Voce 




09 Dicemrbe 2012

da casa:
è stato un ultimo giorno duro quello del 07 dicembre , sfociato poi nel 08, ma denso di soddisfazioni e di constatazioni che mi fortificano alimentando il mio sorriso . 
Apriamo il capitolo finale proprio a "Capitolo frazione di Monopoli e più precisamente a casa di Patrizia e Antonio due amici che si sono messi in contatto con noi tramite Luca (un atleta della "mia" squadra di Triathlon) "digli di fermarsi per una cioccolata, ...un caffè" 
La cioccolata era finita, giustamente ci aveva pensato Antonio nei giorni precedenti alla nostra venuta, ma in fondo non cambiava le cose, noi alle 7.00 di mattina prendavamo il caffè.
Quello doveva essere l'ultimo giorno insieme per me e Terry , lui  l'indomani doveva risalire a Cesena per impegni personali ed io avevo deciso (nonostante i tentativi di Terry di far scendere qualcuno per seguirmi) di continuare per gliultimo paio di giorni con lo zaino in spalla per concludere l'avventura.
Da google maps 150 km circa ci dividevano dalla meta in quel mattino, non tanti in fondo, così visto  il dispiacere dell'amico di non poter arrivare in fondo  proprio mentre sorseggiavamo amabilmente il caffè a casa degli amici ho detto che sarei stato disposto a correre tutta la notte per vedere di raggiungere S. Maria di Leuca entro la mattina seguente . 
Onde evitare incasinamenti nel traffico, perdite di tempo in ricerca strade  le città di Bari e Lecce sarebbero state saltate in camper tramite tangenziali. 
Salutiamo e ripartiamo  accompagnati dal sole  la temperatura gradevole. 
Il mare sempre a sx, qualche tratto di spiaggia (anche qualche cancellata di alberghi/residence saltata per rientrare sulla strada quando non era più possibile stare in battigia) e via verso alla punta della Puglia attraversando paesini, scenari molto belli e pieni di colori  in continua evoluzione e mutamento a causa delle nubi che ogni tanto oscuravano il sole . 
Solite tappe di relax riposo fisico e mentale  ma dentro e sulla strada c'era un passo diverso, più agile , più veloce.
C'era un obiettivo nell'obiettivo da raggiungere ed era aveva assunto il ruolo di leader nella mia mentre scalzando il tendine (che comunque andava migliorando con la cura) e l'alluce sx che invece andava peggiorando procurandomi dolore a fitte sempre meno simpatico . 
Deejay come colonna sonora, qualche divagazione con lo smartphone ( ...si dice così) occhi liberi di registrare quanto più possibile e il tempo scivolava via sollevando leggermente la coperta di fatica che gravava sopra di me. 
mattina e  mezzo pomeriggio,  comunque, erano sempre  più affrontabili , i problemi e le difficoltà maggiori arrivavano puntuali all'imbrunire , dalle 17,00 in poi quando , veramente, in certi momenti diventava difficile trascinare il corpo in avanti ed i km diventavano lunghi da far passare . 
Quella sera era diversa, continuavo ad andare  forte, ahahaha forte .... più forte della norma,  e quella velocità durò tranquillamente fino alla pausa cena non venendo rallentata neanche dal passaggio di  una transumanza di pecore pomeridiana nel centro di una cittadina. 
Iniziava nel frattempo un forte lavoro mentale che doveva sostenerere lo sforzo aggiuntivo che sarebbe iniziato di lì a poche ore. 
Brindisi e come da accordi salgo in camper per il salto città in tangenziale. 
Mi rilasso disteso (come da consiglio di Terry) ad occhi chiusi abbandonandomi al sonno . 
Dopo un po' alzo la testa e chiedo: 
- siamo ancora in tangenziale ?
- si , è lunga che non finisce più , la feci anche in moto un anno ....
mi ridistendo, richiudo gli occhi
non so quanto tempo trascorre , riapro gli occhi , mi metto inposizione seduto e vedendo passare un uscita e captando una certa incertezza da Terry apro Google Maps . 
siamo a Lecce (tolte le tangenziali 27 km circa saltati) .
disappunto , caffè e chiacchere in un bar/pompa di benzina . Usciamo a Cavallino  dopo Lecce e mi rimetto in moto con le gambe con una divisa più pesante.
Passo deciso fino alla pausa cena che avviene in un paesino  boh?  lungo alla strada a base di pizza da asporto .
parte la notte, sulla pagina facebook al posto del  diario, atteso dai follower, la scritta "E' nelle notti importanti che fanno i fuochi d'artificio.
Lo spettacolo ha inizio !
E' subito un grande botto visto che dopo qualche metro di passo riparto con la corsa, riesco, tutto tace o comunque parla "più piano" dell'enfasi che mi porto in corpo.
Lo spettacolo vero ? ..... è la potenza della mente, rimango allibito, estasiato quando la valuto e cerco di entrare in profondità della potenza che quella piccola cosa che abbiamo nella sommità alta. 
Basta un obiettivo, l'enfasi, la volontà   a far si che faccia finta di dimenticare tutto ciò che hai fatto fino a quel momento .... chiedi potenza, forza ed eccola apparire magicamente dentro di te . 
sorrido, mi godo la sensazione della corsa, di quella libertà che mi mancava da qualche giorno , 2, 3 km ... non so , poi decido di non forzare di non andare oltre .... so che la notte sarà lunga, so che quella forza mi servirà . 
Mantengo un passo buono, ottimo fino alla sosta recupero della 00.45" 
Mi stendo, sveglia puntata alle 01.00' , riparto seguendo Maglie e facendo qualche giro di troppo per le circonvallazioni dei piccoli paesi, l'orientamento , in quel frangente distante dal mare, è un po' a puttane (deve essere lontano visto che ne abbiamo incontrate veramente poche).
Gira e rigira prendiamo nel tempo  la direzione Tricase (che ci riporta in riviera)  dove penso di fare la pausa. 
Non arriva mai, il mio ritmo è calato, faccio fatica a mantenerlo a tenere la mente sul passo   passo dopo passo (scusate i passi).
anticipo la sosta alla frazione prima di Tricase ,  30 minuti disteso sulla panca del camper per poi riprendere con un caffè della moka .
Terry parla di 15 km circa il satellite dice 28km (probabilmente nella stanchezza ho fatto qualche errore) ..... deluso dico che ci vorranno ancora 6 ore circa e lì nasce una "discussione" con Terry che propone delle soluzioni che non mi stanno assolutamente bene .
Parto innervosito e parto di corsa perchè ho detto a Andrea Pelo di Giorgio che quei 28 km  li farà di corsa per ridurre i tempi e cercare di arrivare in un tempo che permettesse a Terry di condividere l'emozione conclusiva di questa avventura vissuta insieme. 
Lo spettacolo si ripete , corro , un po' più incarognito ma corro bene . 
Tempo qualche km  per rientrare nella tranquillità ...al bivio il cartello dice Santa Maria di Leuca 14,5 km alla quale arriverò praticamente di corsa continua fatto salvo un paio di km nei quali , veramente, non sapevo più che pesci prendere ( mancavano solo 5 km).
Una stanchezza distruttiva all'interno preannunciava quella che sarebbe stata l'ultima ricrescita improvvisa , l'ultimo colpo di coda della mente che mi avrebbe permesso di raggiungere quel cartello correndo , annullando tutti i rumori  trasformando quell'attimo nel "silenzio più bello del mondo" 
Questo, le emozioni del momento, la storia completa e tanto altro saranno oggetto della narrazione completa dell'avventura, presto oggetto del blog.
sarà "triste" chiudere questa pagina blog/facebook che tanto mi ha regalato  in fattore di sensazioni  di calore umano ma in fondo il gioco è bello quando dura il giusto e posso dirlo a voce alta questo giusto è stato veramente una cosa fantastica.

senza fare elenchi ci tengo a ringraziare di cuore tutti 

altre sfide stanno crescendo dentro me 
un bacio 
andrea pelo di giorgio    
   

06 Dicembre 2012

ore 3,00 a.m ....facevo pipì fuori dal camper (che palle  il cortisone) cielo sereno, lampi all'orizzonte  , un leggero vento e una temperatura gradevole. 
che scocciatura sta storia della pipì , mezz'ora per capire che quella sensazione che non ti sta facendo dormire bene è una necessità fisiologica, altri 10 minuti per la geniale intuizione che se non ti alzi, non solo non dormirai più ma lo farai anche da bagnato ed infine altri 5 minuti per prndere la decisione sgoplarsi dal sacco a pelo 1 e dal sacco a pelo 2 e, al buio , avventurarsi all'uscita cercando di non svegliare Terry . 
oltretutto non è neanche mai simpatico farla su terreni cementati quando si indossano solo le ciabatte. 
va beh !  da lì a riaddormentarsi transita ancora un po' di tempo visto che il dolore al tendine, bruscamente risvegliatosi a causa del movimento, deve riassopirsi .
ma con pazienza succede e morfeo torna a rapirti regalandoti anche un sogno che nel più bello viene interrotto da Terry che ha appena versato il caffè . 
ore 6.00...... 6.15 , le solite cose, il solito freddo mattutino nel camper , caffè, colazione, altra tazza di caffè , vestizione , garza al piede , medicina ecc. ecc. ecc. 
Molfetta dice che possiamo partire  ma non prima del classico caffè del bar, nel quale usufruisco dei servizi ,visto che ci sono e che sono più comodi di quelli del camper.
si parte ufficialmente  intorno alle 7.30 e dopo aver rintuzzaqto l'attacco di una persona che mi chiedeva i soldi per un caffè  "scusa , oggi ho pensato che avrei preso volentieri un caffè ....non è che mi presti due soldi?" prendo la direzione Bari.
Al momento è ancora sereno, i nuvoloni sono ancora all'orizzonte, sul mare  ma ben presto capiamo la loro direzione senza fare salti di gioia .
dopo circa 13/14 km  quella che era una non speranza diventa realtà e le gocce cominciano a cadere costringendomi ad un paio di soste, la prima per indossare il giubotto di goretex e la seconda per indossare anche i pantaloni una volta appurato che mi si stava agghiacciando il culo  che come tutti sanno è conduttore. Così bene presto mi ritrovo tutto bello coperto  in preda alle sventolate del vento.
Il percorso costeggia a volte il mare, mentre,  in altre  occasioni è più  interno  sicuramente meno fascinoso ma più al riparo dal fastidioso vento , comunque di sabbia sotto ai piedi  neanche parlarne ( l'unico ad esserne contento è il tendine).
cammino più veloce dei giorni precedenti ma di correre ancora non se ne parla, lui è sempre gonfio, fa sempre male ma forse ha anche capito che non c'è nessuna intenzione di mollare quindi si lascia metabolizzare rimanendo nel suo angolino.
entro a bari costeggiando tutto il porto, piove e non piove ma io rimango bello coperto visto che, in realtà, il più fastidioso è il vento . 
a rendere la città più tranquilla ci pensa la festività di san nicola mentre a diversificare la nostra giornata ci pensa simona, ragazza barese/cervese  che non vedi da oltre un anno nel tuo piccolo paesino ma a 650 km da casa si .
un affettuoso saluto, il cadeaux da parte del babbo ( sciarpa degli ultras del bari , sempre forza beri) e un pranzo veloce al ristorante di la dalla strada visto che terry non aveva voglia di cucinare.
tutto dentro ai temp della pausa classica e alle 14 circa ci si rimette in moto direzionando la prua verso monopoli  difficile però da raggiungere entro la serata.
la caoticità della città e il fatto che alla fine del lungomare di bari e poi del quartiere san giorgio ci vengono d'aiuto  costringendoci a varcare la superstrada a bordo del camper  cosa che ci avvantaggia in termini di tempo e chilometraggio . 
alla ripresa della marcia, provo a spogliarmi un po' ma  capisco subito che non è il caso ..il vento oltre agli abiti dandoti i brividi e il tuo ritmo non è tale da poter scaldare il corpo. 
tengo in essere la sofferenza da freddo fino alla pausa pomeridiana  che arriva dopo circa 17 km in un enicaffè della superstrada nel quale entriamo dal cancello dei dipendenti . 
the caldo, cambio abiti , chiacchere con i gestori che chiedono pechè ho un bracciale luminoso al braccio e dopo la spiegazione anche se sono malato.
molto ottimisticamente la barista dice che mancano 7 km a monopoli   facendomi uscire con un sorriso speranzoso ma comunque pronto ad essere smentito , 
piove, torna a piovere forte e dopo 5 minuti mi accorgo che i piedi si stanno bagnando portando il freddo a tutto il mio corpo. 
cambio scarpe al volo, indosso il gore-tex anche li e la situazione migliora.
l'intensità della pioggia cala velocemente mantenendo comunque un indecisione sul da farsi , io pian pianino passo il bel borghetto di S. Vito  e Polignano che stona in mezzo a tutta quella calme per essere un paese veramente vivo  con tutti gli esercizi commerciali  aperti e un mucchio di gente a passeggio .
l'ultima segnalazione ce la fornisce una persona che terry incontra e conosce all'esterno di un bar    7 km a monopoli, proprio come prima. 
L'ultimo sforzo,  con una camminata ancora decente (a volte un po' ciondolante) mi porta ad entrare in monopoli direttamente dalla via principale 
certo con i 20.000 lire del via al massimo possiamo permetterci vicolo corto ma almeno non abbiamo fatto sette .......saremmo caduti nella casella imprevisti 
buonanotte ....o buongiorno   


05 Dicembre 2012

a dir la verità pensavo che oggi non sarei partito viste le condizioni ventose che c'erano intorno alle 4,00 a.m  quando mi sono alzato per fare la pipì (le pastiglie al cortisone fanno certi effetti)
esco fuori sotto la pensilina di quel distributore chiuso per furto di carburante e giuro, non scherzo, che non riuscivo a stare fermo tanto forti erano le folate di vento. 
impossibile continuare se non cambiano le condizioni penso raccucciandomi  scomodamente nel mio angolino di camper. 
un po' per il pensiero meteo e un po' per il dolore al tendine (qualunque mossa faccia mentre sono steso lui si fa sentire) riprendo il sonno poco prima della sveglia di terry  puntuale a caffè pronto.
guardo fuori , vento si  ma nella norma. 
solito rito, fasciatura caviglia/tibia, vestizione pesante  vista l'aria frizzantina e probabilmente la stanchezza fisica che inizia a sentirsi ( si sente maggiormente il freddo) e dopo un caffè/denti al bar dello sport di Zapponeta  riparte l'attività con direzione Santa Margherita di Savoia , paese rinomato per le saline e produzione di sale proprio come Cervia e come Cervia allietato dalla presenza di elegantissimi fenicotteri rosa.
un bel passaggio in una strada non troppo fabbricata con alla destra le saline e i fenicotteri mentre subito a sx il mare in tutta la sua immensità.
pian piano arriva anche il sole e la temperatura comincia a scaldarsi, terry fa sempre un ottimo servizio  attendendomi di tanto in tanto , fornendomi informazioni via radio e non facendomi fare assolutamente nulla ogni volta che ci fermiamo per una pausa caffè.
metabolizzo il fastidio proveniente dal tendine e mi godo tutto ciò che passa sotto ai miei occhi , guardando e riguardando le cose per più volte, cercando i particolari.
abbiamo uno splendido mondo che ci passa sotto agli occhi in ogni momento e il più delle volte ci dimentichiamo della bellezza che ci può offrire.
li lascio correre dove vogliono , li lascio respirare, perdersi in mezzo al mare piuttosto che sulla battigia che ritmicamente viene coperta da onde sospinte dal mare
mi soffermo ad osservare il gargano alle mie spalle , vedo il disegno proprio come nella cartina geografica , ripercorrendolo fino al punto estremo , fino a quando il mio occhio non può andare oltre 
 "cavoli quanta strada Andrea"
mi sembra di giocare con google 3d ed invece l'ho proprio fatta sui miei piedi . 
la temperatura sale costringendomi a indossare qualcosa di più leggero  che faccio approfittando della pausa pranzo in un distributore di barletta . 
ghiaccio sul tendine, spaghetti formaggio e noci  seguiti da un  caffè al bar del distributore + 10 minuti di relax  steso in camper.
sento il sonno , quello della notte più quello delle notti precedenti .
alle 14,00 precise si riparte con direzione trani  che raggiungo con un ritmo più veloce di quello della mattina . 
ivi giunti chiedo un altra sosta per rimettere i vestiti pesanti e bere un the caldo in un  bar di un altra pompa di benzina .
il barista è abbastanza stordito e non ne azzecca una ma non è un grosso problema , per noi l'importante era solo sapere quale strada fare e quanti km mancavano a bisceglie. 
l'ausilio della collega e di un cliente ci illuminano quindi  riparto con i vestiti pesanti ed un ritmo più tranquillo. 
la fatica si fa sentire e con lei altri dolori al piede (l'alluce distroto prima della partenza, la noce del mignolo, la stanchezza delle piante e qualche fitta nella posteriore coscia sx - d'altronde mi sta portando a spasso lei) 
le luci sono calate , il mio pensiero vaga passando solo percorsi positivi e probabilmente già molto più avanti rispetto alla mia posizione reale, le orecchie ascoltano radio deejay seguendo i vari programmi e la tabella d'entrata a bisceglie passa sotto ai miei occhi
terry slitta oltre al centro, lo ritroverò ad una pompa di benzina esso ad attendermi dove mi siederò sulla pedana delle pompe per mangiare qualche biscotto , bere coca e rifornirmi di barrette Enervit. 
Annuncio di essere stancucci e che la giornata finirà a molfetta. 
9 km la distanza segnalata 1 km prima e 9 km  la distanza segnalata un km dopo  , è sempre un gioco del cazzo  prendere le misure da punti diversi senza specificarlo. 
testa bassa e "pedalare"  e così faccio  con la sicurezza che passo dopo passo anche quella minima distanza (lunga nel tempo) verrà coperta.
il cartello molfetta è l'occasione per fare altre due foto , congratularci e , dopo aver trovato uno spazio sul lungomare, concederci una doccia, una crema recupero dell'altro ghiaccio  prima di una pizza al mini-bar ( è una sotria lunga ) nella seconda parallela al lungomare
giusto un oretta prima di rientrare nel camper
non mi resta che farmi cullare del rumore ritmico delle onde che si infrangono sulla battigia
buonanotte        

04 Dicembre 2012

si riparte come al solito facendo finta di niente, come se le creme, la pastiglia cortisonica, la garza stretta per tenere ferma la caviglia il più possibile fosse cosa normale ...di tutti i giorni. 
colazione classica, caffè della moka (tutto magistralmente preparato da Terry, un alba splendida sul lungomare di Vieste, lì eravamo tornati per cenare( là da pugnochiuso era tutto  chiuso ...per l'appunto), prima del caffè del bar e del ritrasferimento in quel del pugno per ripartire. 
c'era il Gargano da finire , splendido nei suoi panorami, un po' meno nel suo non essere in pianura cosa che dava, e da, molto fastidio alla mia tendinite....sopratutto la discesa. 
Pian piano si riattiva il tutto e la camminata diventa più fluida mentre la mente comincia a girare per i suoi lidi . pochi km per il secondo regalo visivo (dopo l'alba) annunciato da un rumore sordo trasmesso dal guard rail .
giusto il tempo per alzare gli occhi  che mi trovo davanti due elegantissimi ed agilissimi caprioli che  attraversano lesti la strada .... uno deve aver toccato con lo zoccolo il guard rail regalandomi  l'avvertimento . 
Di li a raggiungere il paese di Mattinata , raggiunto per altro proprio al termine di questa, sarà praticamente tutto un regalo visivo , spiaggette, rocce, gortte e non ultimo uno splendido e piato mare che si perde nell'infinito dandoti quella sensazione di libertà solo a guardarlo . 
Qualche incrocio con Terry, per bere, rifocillarmi, due chiacchere  prima di arrivare all'entrata del paese di cui sopra  che decidiamo di oltrepassare tramite gallerie in camper evitando discese in paese che in quel momento mi sarebbero pesate molto al tendine in quel momento molto stanco dopo la scarpinata mossa . 
saltiamo di là dal paese per fermarci in un parcheggio e mangiare comodamente n ottimo piatto di pasta  ma non prima di non aver compreso un cartello stradale presente al bivio pre paese.
un oretta di relax, ghiaccio, pasta, caffè e poi via  oltre l'ultima galleria e di nuovo sulle gambe per raggiungere Manfedonia dando così definitivamente l'addio alle salite .
Un clima buono  12° / 11° e un tempo magnanimo  mi hanno accompagnato durante quasi tutta la giornata fino all'imbrunire quando dal lungomare di Manfredonia ( che mi ricorda tanto la figurina panini di quando ero bimbo) il vento e qualche squizzo di pioggia sono arrivati a trovarmi costringendomi ad un cautelativo giubotto in gore tex. 
si scarpina fino al paese dopo ...un certo siponto .... al quale arriviamo rientrando anche di un paio di km ( si che non ce ne sono abbastanza da fare) intorno alle 19.00. 
il paese dopo , un certo zapponeta, dista ancora 21 km  (nonostante la carta stradale indichi 14) troppi per farli a quell'ora così propoongo a Terry una pizza leggermente anticipata più un 5 km digerenti post pizza. 
così è , quindi alle ore 8.15 circa riprendo la corsa infilando la zapponeta road che percorriamo fino allo scattare del 5° km .
siamo in mezzo al niente, il vento soffia forte portando con se delle gocce poco simpatiche  suggerendo il giubotto anti acqua per l'indomani. 
troviamo una pompa di benzina  la cui  tettoia ci ripara da eventuali infiltrazioni di acqua e ci fermiamo con la promessa di alzarci presto per liberare l'esercizio commerciale  ma forse non serve neanche visto che l'impianto è chiuso per furto di carburante .
- speriamo non vengano a rubare mi vien da dire  ma non mi devo preoccupare  
Terry è pronto a difendere il camper dell'amore (non nostro ......l' amore .... ma neanche il camper) con cavallo, arco, frecce, scudo, dardi  e quant'altro. 
per oggi mi rimane solo il riposo che affronterò ripensando al raglio di un somaro che probabilmente  mi salutava mentre affrontavo le ultime salite prima di mattinata....
...........deve avermi riconosciuto :-) 
la mia buonanotte cari 



03 Dicembre 2012

l'ieri non si era chiuso nel migliore dei modi a causa del temporale che mi aveva stroncato nell'ultima parte della mia camminata e nemmeno la notte è stata molto tranquilla.
sppure avessimo parcheggiato il camper dell'amore (di chi non si sa) sotto alla pensilina di un benzinaio fatiscente  la violenza dell'acqua lanciata dal veto era riuscita ad infiltrrsi nella zona notte  togliendomi quel po di sonno che avevo conquistato. 
si riparte alle 7,00, dopo aver saltato le 6,00 perchè veniva giu' il mondo la fuori e le sferzate di vento muovevano il camper . 
Classica colazione in camper e poi via rubando, ancora una volta Pelo????, qualche km  col camper giustificato dai motivi di salute . L'appuntamento col sindaco/dottore di Ischitella era per le 9,00 , ringrazio ancora fabrizio e mario, e non era il caso arrivarci a piedi (sarei dovuto partire prima delle 5 a.m.
quindi via con sosta al bar dal baffo foggiano, al quale lasciamo la locandina di adriatic coast run extreme  e dopo qualche peripezia in strada arriviamo al paesino . 
il sindaco ci da appuntamento in comune dove entriamo dopo esser stati squadrati prima da tutti gli anziani presenti in centro (per le vesti e il camper) e dal personale del comune ai quali dicevamo fieri "abbiamo aqppuntamento col sindaco".
ci accoglie nel suo ufficio , gentilissimo saluta , si informa su quello che facciamo, chiede cosa è successo ed infine mi "visita" il malefatto  mentre da una porta ogni tanto fa capolino una persona  che viene appellata da lui  con "è il mio assessore"  in modo che fossimo tranquilli . 
si studia insieme la soluzione con le varie ed eventuali poi , sempre stupiti per la gentilezza che ci hanno riservato tutti, doniamo a mr sindaco/dottore un sacchetto del nostro sale di cervia  ed usciamo a far spese in farmacia prima di un ennesima colazione per l'assunzione a stomaco pieno del farmaco miracoloso. 
passata l'urgenza della ricerca di un officina meccanica ci mettiamo in moto, siamo in alto, in quota e da lì dobbiamo scendere a Peschici . 
a parte lo "sciame" di pecore che mi fa sorridere la discesa verso la ridente cittadina sarà una cosa molto lunga e dolorosa accentuata anche dal non essermi fasciato il piede dx dando così la possibilità alla caviglia di muoversi un po' da tutte le parti . 
nel frattempo il meteo era migliorato e il sole si mostrava spesso tra le nubi mentre il forte vento non calava manco per .....  mettendomi in difficoltà quando mi arrivava da dietro ....spingeva con una tale forza da non riuscire a non correre e correndo le fitte alla tibia diventavano veramente feroci. 
ma un regalo c'era stato e veniva dal panorama  che mi dava la possibilità di osservare il mare standoli in parallelo .... km  e km di spiaggia  che si  perdevano nell'orizzonte.
  un mare decisamente arrabbiato  mostrava tutta la sua forza riempendo le sue varie tonalità di azzurro con migliaia di strisce bianche creando una potente e poetica melodia come colonna sonora del giorno . 
pasto a Peschici in zona distributore, fascia e ghiaccio sul problema e poi via  in direzione Vieste  prendendo la strada più corta ( e consigliata come tranquilla ...in effetti lo era)  quela che attraversava la foresta umbra che chissà come mai è in puglia.
ancora salite e discese e ancora dolore  particolarmente in quest'ultime. avanzo costante facendo mille ipotesi , mille pensieri mentre spero che quelle pastiglie possano avere un effetto positivo nel giro breve.
la strada per Vieste è interminabile e come al solito quando arriva il cartello 1 km  in realtà ne mancano 5/6 (interminabili) 
thè ristoratore durante il quale insieme al barista facciamo il punto della situazione, lui vorrebbe cucinarci qualcosa da mangiare ma è presto , ragiungiamo porto nudo  o similare (non ricordo), mangeremo là .
ci ammonisce dicendo che là in inverno è tutto chiuso e che il primo paesino aperto è mattinata a circa 40 km ....troppi  vista l'ora e la fatica addosso. 
"andiamo là , poi vediamo " 
ci informa che ad arrivare fino là ci sono 4 km ,  meno di un oretta, poi pappa e poi qualche altro km  prima di dormire ... dico a terry. 
usciamo dal lungomare di Vieste dopo 4 km , e dopo altri 4 km  montagnosi  un cartello avvisa che "porto nudo" è a 5 km  ......
niente da dire , il gioco delle distanze misteriose è ormai una costante. il vento continua a soffiare molto forte, arrivano gocce a sprazzi addosso alla mia figura  ma guardando in cielo ci sono finestre stellate che sono la fine dl mondo .
passiamo un lido  senza nomi  poi terry fa una prerlustrazione di 5 km senza trovare niente.
al suo rientro decidiamo che per oggi  abbiamo fatto la nostra parte,  salgo sul camper per ritornare a Vieste dove vari tentativi mangiamo una buona pizza alla pizzeria al piatto bella napoli. 
23,49, terry già dorme, io posto questo e farò lo stesso. 
domani vedrò se il tendine ha ottenuto qualche miglioramento o meno, ma comunque sia ripartirò i direzione manfredonia  e ancora oltre ben consapevole che questo splendido , si ...difficile, gioco potrebbe rompersi anche nel giro di 300m. 
ascolterò le mie sensazioni  
saranno loro a indicarmi la direzione da prendere e anche se fosse quella di piantare la bandiera bianca (con scritta rossa AMREF) dopo 500 metri ..... dietro ci sarà  sicuramente il mio sorriso soddisfatto per aver dato il massimo
buonanotte  


02 Dicembre 2012

...... cosa dire quando ti alzi alle sette e senti urlare delle voci conosciute fuori dal camper?
grande la sorpresa e grande il piacere di vedere Claudio Minotti con la moglie Belinda  che .... " ma dai abbiamo pensato di farti compagnia per la giornata odierna ,  abbiamo un amico  qua e poi ci hanno accompagnato anche Franco e la moglie"
io annicchilito , sorpreso e molto contento.
classiche operazioni di colazione, preparazione, caffè  e via verso la tappa odierna che ci ha portato da montemarino fino a torre mileto  per un totale di 61 km .
Il tendine era sempre lui ...quello ingorante di ieri e oltre qualche km di corsa non mi ha concesso.  
qualche km di spiaggia nella quale si affondava fino alla caviglia (io e claudio) per poi tornare praticamente indietro perchè mancava il ponte per passare il fiume .... questa è un po la storia di questa corsa, i fiumi e la mancanza di ponti che portano a fare strada in più in due sensi , sia quello chilometrico che quello asfaltato . 
clima fantastico per quasi tutto il giorno con temperature che hanno passato i 16 gradi mentre con claudio camminavamo nella ss16 verso lesina parlando di tutto ciò che poteva passarci per la testa ......... e non solo fighe ..... ogni tanto appariva la Belinda a cavallo della sua graziella che scorrazava qua e la facendo foto oltre ad un gran casino sonoro . 
pausa pranzo per me terry e claudio dentro al camper mentre belinda, franco la signora e l'amico locale andavano al ristrorante dove se stai meno di tre ore si offendono e dove se mangi meno di 10 portate anche . 
nella strada che si nasconde dietro al lago di lesina il ricongiungimento  della troupe con l'inserimento nella camminata di franco  vizia l'aria locale di odor di vino ...di quello buono precisa lui.
la allegra comitiva ( alzatasi dal letto alle 3 per farmi compagnia) ci abbandona dopo 45 km  lasciandomi col sorriso per il gesto di affetto nei miei confronti.
il sole era calato mente delle nubi scure cominciavano ad essere protagoniste del cielo .
"va a finire che prendo l'acqua Claudio" 
" ma no sono ancora rade" 
forse lì , ma non 10 km dopo dove acqua a catinelle e freddo hanno accompagnato la mia oltre ultima ora di passeggiata in uuna strada buia e dispersa dal mondo  illuminata solo dal fantastico terrry che mi seguiva a ritmo d'uomo provato col camper dell'amore  assolutamente non sfruttato da noi . 
Torre milito ci attende, arrivo sotto al cartello principale dove , infreddolito , mi faccio scattare un paio di foto  prima di salire a bordo con un tendine che ormai ha un paio di gobbe ed giustamente non tende ad abbassare la voce. 
per conto mio oggi ho metabolizzato il dolore e sono arrivato a sera col solito sorriso.
domani, grazie a fabrizio e a mario farò vedere l'arto faleso ad un medico/sindaco  chissà che non faccia il miracolo mentre mi accoglie al passaggio del suo paese.
la pizza era buona, fuori piove e nel camper ci sono delle infiltrazioni....fortuna che la tettoia di un distributore chiuso ci dona la tranquillità di una notte asciutta.
anche domani sta arrivando  

01 Dicembre 2012

Dopo gli ultimi 2 km in salita, come da informazione della ragazza della punto nera.....in realtà 5 (imparate le distanze , porca troia), siamo giunti a Montemarino , scelto al posto di Montemarino lido perchè la è tutto chiuso (cit. di una barista stregna di Termoli) dove sostiamo dopo l'intensa giornata odierna. 
Sveglia alle 7.00 per raggiungere Paglieta, paesino dell'entroterra, e recarmi dal dottor Cericola esperto in molte cose tra cui infiltrazioni, agopuntura ecc. ecc. 
Alla guida del fantomatico camper Terry  raggiunge la località per le 8,15 e dopo un sano caffè arriviamo alla clinica circa alle  8.30.
Porte sbarrate, ... è sabato . allarmato chiamo il dott. che gentilmente, una volta spiegato il problema  dice che per le 10.30  potrebbe essere lì . 
Ad accordi presi  inganniamo il tempo facendo due lavoretti da camper e un ulteriore colazione . 
Il dottore arriva addirittura prima dell'orario prefissato  e di questo ne sono visibilmente contento.  
Lo guardo, mi ricorda qualcuno ....non so chi. 
Spiego il problema nei particolari,  ci fa entrare  in studio, mi accomodo sul lettino e mostro il conto presentatomi dalla corsa . 
Nessun problema , quattro piccole infiltrazioni  " non sentirà niente ........ non faranno nessun rumore" e diamo al tendine il respiro . 
Mentre prepara un flash mi ricorda la somiglianza ...... Atkinsons , mr. Been , il che mi fa sorridere e nella mia mente umoristica mi da paura ...."sono nelle mani di mr. Beeen ...aiuto" 
Arriva, effettua le iniezioni silenziose  ...fuori ....  mentre parliamo . Gli faccio una foto  mentre armeggia sullo stinco, si presta molto volentieri e dal di lì spiego che posto tutto sul sito  dove si può seguire ciò che sta succedendo. 
Mi chiede quale, gli do il blog (ciao dottore) visto che ho appena scritto la battuta su mister Been e non vorrei che si offendesse per la spiritosaggine (non lo farà sicuramente ... anche perchè assomiglia all'attore , non al personaggio) . 
Accende il pc ed osserva e mi/ci sorprende  dicendoci già che pensava di tornare a casa con € xx in tasca ma vista la buona azione è gratis e quegli € xx, possiamo metterli nelle casse di Amref. 
Felicemente sorpresi ( e non è la prima volta in questo viaggio) gli doniamo il sale di Cervia prima di riprendere il via mentre lui dice che sarebbe meglio stare a riposo fino a domani .....un problema. 
Torniamo in riviera seguendo un altra strada che ci porta sul lungomare di Vasto ( c'è un salto di vari km di percorso .... ci tengo a segnalarlo .... visto che non sono quelli che modificheranno la mia sfida . per una serie di considerazioni la scelta più opportuna c'è sembrata quella). Rido fiducioso mentre mando messaggi positivi e fiduciosi a chi chiede . 
Pronto ....Via !!! corro il primo km  ..... a fatica,  quel coso li in basso sulla gamba dx mi fa molto male  a tal punto da decidere di non forzare e camminare  raccontandomi che il liquido avrebbe avuto la possibilità di fare il suo lavoro. 
Dal di lì in avanti  è stato un abituarsi a convivere con quel dolore sordo e ignorante che passo dopo passo faceva sentire la sua presenza. Solo dopo pranzo e alleggerimento  mi sono permesso 3 km di corsa alternandoli ad altrettanti di cammino. 
Tra un comment e l'altro , la via del codono , l'annuncio di "Sonia bocca di miele" siamo giunti  attraversando Termoli al paesino di Montemarino dove il tendine si è espresso in maniera decisa e secca sul continuo della giornata.  5km l'ora per un totale di 7 ore e spicci di movimento . attendiamo la giornata piena di domani con la serenità che tutto quello che verrà andrà bene , il sorriso e il buon umore non mi/ci mancano e questa è la cosa più bella ed importante .
SEEYOUAFTER   cari

(scritto così come è venuto, non riletto e corretto ne nella forma che nella grammatica)  


30 Novembre 2012

La situazione mi vede alla pizzeria serenella di Fossacesia Marina .Pochi i km fatti ...una cinquantina , il tendine tibiale duole, ha formato un gnocca sullo stinco molto differente a quella che piace me. 
Pizza e ancora qualche km prima di Antinfiammatori ghiaccio e riposo. Domani mattina mesoterapia per provare a risolvere il problema.

Ci tengo a segnalare l'estrema gentilezza disponibilità e signorilità di tutti i ragazzi incontrati ad Ortona, è stato veramente  un piacere . grazie. 

29 Novembre 2012


due parole sulla  situazione . camper campeggiato sul lungomare di montesilvano a 100 metri dalla fauna locale a pagamento di cui una inguardabile ma  che viene via a poco prezzo . 
km percorsi totali 326, odierni 73 circa . Accolti dal sindaco di san benedetto del tronto  e sonia, responsabile eventi,  e dal sindaco di montesilvano e la di lui segretaria enrica.  in entrambe le occasioni una gentilezza estrema  nei nostri confronti, sorrisi e belle parole. 
nei programmi c'era, in realtà una decina di km ulteriori da percorrersi dopo cena ma la situazione del tendine tibiale dx  ha fatto si che buttassimo l'ancora a montesilvano . a dieci minuti dal nostro rientro in camper ci siamo già rotti i maroni delle auto che passano per spendere dei soldi con la fauna locale ,  inguardabile compresa. 
si dorme.


28 novembre 2012


dopo una giornata particolarmente dura per le condizioni meteo , pioggia e supervento  che mi hanno costretto ad un togli metti di abiti  compreso giubotto e pantaloni in goretex  ci siamo fermati a cupra marina  circa a 4 km a grottammare. sosta strategica che permetterà un maggior riposo in considerazione del fatto che domani mattina alle 8.30 siamo attesi dal sindaco di san benedetto del tronto  in compagnia della responsabile eventi sonia . 
al momento i km percorsi sono 253, le gambe  dicono di esser stancucce  ma le orecchie dicono di non aver sentito . una sana pizza e un riposo più lungo è il programma della serata. la fatica c'è , ed è anche tanta ,  io sorrido 

pioggia 
vento 
sangue nelle vene 


27 Novembre 2012

Numana km 167 circa
dopo una prima giornata molto piacevole in compagnia del grande amico Oliver  partito dopo 25 km odierni oggi è stato un giorno più difficile sia per il paesaggio non dei migliori , anzi .... che per le strade che spesso sono state ad alto scorrimento e anche veloce/pericoloso.
La ciliegina sulla torta ad Ancona dove un fenomeno ci ha consigliato la strada " la migliore" per raggiungere Numana.  Peccato che  dopo circa 6 km con vetture che mi facevano il pelo  l' uomo del distributore ci ha detto che iniziava la superstrada . 
Va beh che ho un discreto motore  ma ...la superstrada,  deficere  è il verbo? 
situazione rimediata facendo un ritorno in camper fino ad Ancona (in effetti i miei km totali sono 5/6 in più) dove abbiamo preso la strada per il Conero e raggiunto Numana dopo 14 ore e 33 minuti circa dalla partenza . 
Un po stanchino  e con necessità di dormire . 
Grazie a tutti  e buonanotte 

25 Novembre 2012


Adriatic Coast Run Extreme - 25 novembre 2012





Domani mattina la previsione puntuale di Enrico il Bagnino , nella trasmissione "Chiamate Roma Triuno Triuno" condotta dal Trio Medusa sarà dedicata a Adriatic Coast Run Extreme (ore 8.15 circa) - Martedì mattina sarò in diretta (sempre alla solita ora) per la verifica del tempo previsto .
Grazie al Trio e a Radio Deejay







Matilda controlla e Cristian c'è!!!







Grazie a Pietro Ancarani e alla Stuzzicheria






24 Novembre 2012

Atelier Skinfit







































Qualche peripezia ma anche Skinfit è arrivata . 
Grazie all'azienda e a Roberto Ferrari 






23 Novembre 2012


la melodia del mare    il rumore dei miei passi    il mio respiro





La Nave ufficiale 






La Voce







Corriere di Ravenna





Dakar concessionaria Land Rover-Ravenna

 patner ufficiale di Adriatic Coast Run Extreme 

con Marco Gamberini






22 Novembre 2012

da oggi puoi donare anche tramite Rete del dono 
 (clicca e visita la mia pagina)






Piccoli premi ma tanta passione, 

scatta

posta la tua foto

 
dona


e ...potresti vincere








21 Novembre 2012


Anche sulla Pagina Facebook : https://www.facebook.com/AdriaticCoastRunExtreme




Posso non ringraziare Enervit? 
No!!!






Mr. Dadgad si sente pronto e vi invita Lunedì 26 Novembre in piazza a Cervia .
Partenza : ore 12.00
Ritrovo : ore 11.30 
Caffè da Trucolo Caffè : ore 11,00 e qualche minuto 
Pronti !






Centro Medico Cervia - sulla strada della perfezione





20  Novembre 2012


Tensione Evolutiva ......





Allenamento Provaglio d'Iseo 
Domenica 18 Novembre 2012


Adriatic Coast Run Extreme - Provaglio d'Iseo per andigio in Garmin Connect - Dettagli







acquistandola DONI

e costa meno di 733,00 €


(prezzo a breve)






Ti sei dimenticato come fare a donare? 
No problem 


- C/C POSTALE 350 23 001 

- BONIFICO IBAN IT19 H01030 03202 000001007932

Causale : Adriatic Coast Run Extreme 

Andrea Pelo di Giorgio e Amref Italia Onlus ringraziano


 tutti anticipatamente 

Ps:Specificar
e la causale correttamente è molto 

importante






la postural bench ha difficoltà nel capirmi :-)






19 Novembre 2012


Equipaggio : nel caso qualcuno volesse seguire da un po' da vicino , anche per una giornata , Adriatic Coast Run Extreme e fare un po' di compagnia a Terry uomo Staff ufficialeviaggiante sul camper ufficiale, è pregato di avvisarmi in modo che possa mettervi in contatto per accordi .
Grazie









pioggia , vento, sangue nelle vene  ....."Tensione Evolutiva" 
il nuovo post













- 7 giorni ...inizio con la ginnastica al Centro medico Cervia 






16 Novembre 2012


pioggia , vento, sangue nelle vene  ....."Tensione Evolutiva" 
il nuovo post






Veronica My Radio .... i primi promo 










14 Novembre 2012





Il Concorso Fotografico 







Presto in vendita nei migliori negozi sportivi  :-)





Ella mi sparge nell etere.
Grazie Veronica my Radio






Arrivano le proteine. 

Grazie Clai e grazie Davide



il bene trionfa sempre ... 11 novembre tutte le verità 
(il volume sbalza alla cazzo - sorry)







Ginnastica posturlae: oggi Daniele mi ha fatto fare gli esercizi da "figa" 
...sono anche stato bravo ....brava :-)







Segui Pelo nella Transumanza

Grazie a Google latitude sarà possibile seguire la transumanza verso al sud di 
Andrea Pelo di Giorgio
E' sufficiente avere un'account di posta elettronica Gmail  e sfruttare  l'applicazione (anche per smartphone) Google Latitude.
Una volta entrati dentro alla propria pagina google sarà sufficiente , dentro google latitude, cliccare il "button" sulla condivisione di posizione prima e aggiungere ( button "Add friends") l'indirizzo andigio.pelo@gmail.com 
Una volta confermata la richiesta da Pelo sarete in grado, sia tramite pc che smartphne, (se l'uomo Pelo  sarà  lucido da tenere il tel attivo) di capire in quale punto sta transitando cosa che vi permetterà di accompagnarlo per un tratto , salutarlo, tirargli un secchio d'acqua (non consigliato) o altro. 
Se non volete aprire un nuovo account non c'è problema , il buon Andrea Pelo di Giorgio ne ha aperti tre destinati ad uso comune (ricordatevi di fare il logout  prima di chiudere la pagina).
Di seguito i tre account con relative password 

seguipelo1@gmail.com - password: seguipelo1
seguipelo2@gmail.com - password: seguipelo2
seguipelo3@gmail.com - password: seguipelo3

sono già attivi





13 novembre 2012


I miei grazie ....





Foto allenamento spiaggia - oasi e anche un po' di asfalto e pineta dell'11 novembre.
Riappacificamento
con : quella sagoma di Cristian







Giovedì ore 12.30 
Ritrovo c/o Autoazzurra
per sgroppata tranquilla colline Roversano , misto asfalto/trail (consigliate scarpe trail) 
km 8/10 
Tutti invitati.






Snack proteico?

Ci sta....ci sta!






12 Novembre 2012


La prima foto giunta 
Dadgad in allenamento 10 minuti or sono.
Fa sul serio !!!






Una giornata con quella sagoma di Cristian












..... mi ruba l'immagine con Enervit 







11 Novembre 2012



Skinfit
 scelgo il giallo....
                                                              


.......come il sole





in attesa di video e foto il percorso dell'allenamento mattiniero  
con Cristian, Oliver, stefano e Andrea

 Adriatic Coast Run Extreme - a spasso per il cervese per andigio in Garmin Connect - Dettagli


10 Novembre 2012


Bozzeggiando ...a cura di Bgood Ravenna









Prepara l'occhio, alimenta la fantasia ....l'estro





09 novembre 2012


Men's Health  "Il piacere di essere uomo" 
mi dedica uno spazio nella pagine Eventi del loro sito .
Graciasssss!!!!








Costume ufficiale (casomai dovessi anche nuotare) di Adriatic Coast Run Extreme
Grazie a Luis e a Turbo





Un sano allenamento in piscina è sempre un toccasana  per il fisico , 
anche se Stefano ci ha schiantati 







anche stamani parto dal Centro ...medico di Cervia 
postura e via alla giornata 






 






08 Novembre 2012





Allenamento "ultima spiaggia" ritrovo ore 7.00 a.m spiaggia libera di Cervia . Direzione porto canale - caffè - pineta - argine canale - scavalcamento ferrovia - attraversamento adriatica - passaggio viale bianco "puttanone" - attraversame
nto saline con gioco di abilità consistente nel non farsi abbattere dai cacciatori di quaglie/fagiani - attraversamento zona agricola castiglionese - argine savio - spiaggia finale .
Se attraversiamo indenni la zona puttanone e zona caccia siamo un pezzo avanti!
Ritmo tranquillissimo possono partecipare tutti.
Orario previsto di fine allenamento 10,00 a.m dello stesso giorno.
Hanno ufficializzato la presenza Cristian - Oliver - Stefano
Presente la telecamera impertinente


Resistentissimi come dovrò essere io  
i fantastici e indistruttibili costumi TURBO
vestiranno le mie parti intime 
Un grazie a Luis e a tutta l'azienda




Vesto la maglia del Team TECNICA con grande onore.
Grazie Fabrizio Barbolini e grazie Tecnica







Come donare: 

- C/C POSTALE 350 23 001 
- BONIFICO IBAN IT19 H01030 03202 000001007932

Causale : Adriatic Coast Run Extreme 

Andrea Pelo di Giorgio e Amref Italia Onlus ringraziano tutti anticipatamente 

Ps:Specificare la causale correttamente è molto importante






La giornata inizia "Posturando"





























07 Novembre 2012


Bozzeggiando













Energia sulla pelle....










.....energia nei piedi








Grazie Biotex !!!























Già assistente 10 e lode al Decaironman Italy Terry conferma la sua presenza all'Adriatic Coast Run Extreme . 
Grazie di cuore









Grazie!!!




06 Novembre 2012





L'ecografia alla gamba sx ha rilevato dei problemi alla testa. 
La Giuly me lo aveva gia' detto anni or sono . 
Avanti coi buoi ..... dei paesi tuoi
























Giovedì ore 13.00 Piazzale Forlì al fine di muovere le gambe in vista dell'Adriatic Coast Run Extreme prova del percorso Running Inn 2013 ...spiaggia, asfalto, sentiero, pineta
Partecipa.
ritmo tranquillo






su questo stesso blog
NON MANCARE ....MEGLIO
(clicca sul titolo per leggere)




05 Novembre 2012




InBici Novembre
(clicca e leggi a pagina 58 Adriatic Coast Run Extreme ....di Andrea Pelo di Giorgio)






CrossRadio con Moko e Filo 
(clicca e ascolta ....da 1h'08'40" ... alza il volume)





dalla sgroppata al Giro dei Gessi di Cesena 

Giro dei Gessi per andigio in Garmin Connect - Dettagli



03 Novembre 2012

un grazie a chi mi aiuta





Dad mi sta raggiungendo
domani corriamo il Giro dei Gessi a Cesena 
Strategia di gara ancora in definizione







T-shirt Amref "il futuro dell'Africa è in africa" in vendita qui :
http://amref.it/locator.cfm?PageID=8738





02 novembre 2012



Cristian ha i piedi asciutti
(slide show)






Cristian ha i piedi asciutti
(testimonianza dello "tusnami di Halloween")







Adriatic Coast Run Extreme allenamento per andigio in Garmin Connect - Dettagli
31 Ottobre 2012



Memo Run : 
Domattina ore 7.00 
Spiaggia libera di Cervia 
km liberi o illimitati ... a scelta 
Alba - Caffè - Sabbia sotto ai Piedi









Il lato dolce della sfida




30 Ottobre2012

Un mega grazie a Ruomours e Skaya TV da parte mia e

di Amref Italia Onlus






Il Cemento Pantelleria fa strani effetti










In giro per la stratosfera di Roversano nel fango . Io e Diablo ...TECNICA







Giovedì mattina 
Ore 7.00, ritrovo davanti alla spiaggia libera di Cervia. 
Caffè , Alba e "sabbia sotto ai piedi"
Ritmo tranquillo, percorso andata e ritorno km a scelta (miei previsti ma non confermati 30 circa) 
Cristian assente 
Oliver ancora non si è espresso 
Stefano presente























Dicono vesta i campioni
....minchia Pelo.
Benvenuta Skinfit













29 ottobre 2012
















Ore 22.00 : mi sono piaciuto a Cross Radio 



















Benvenuta a Alma Petroli ..... alè anche il camper ha il suo sostegno alimentare!
Grazie Giovanni






Stasera ore 21.45, fatto salvo problemi di cavi, due "chiacchere" in diretta con l'amico Moko
Adriatic Coast Run Extreme



















Dad si sta allenando sfruttando tecniche innovative.
Fonte: www.beppebeppetti.com
















Adriatic Coast Run Extreme:
 un evento a presa rapida grazie a Tiziano e al Cemento Pantelleria.
Grazie Grazie Grazie













27 Ottobre 2012










Andiamo a fare un paio di corsette
Buon week end 


















26 Ottobre 2012

30 giorni 




- 30 giorni ,  lo sento, il cuore ha già un ritmo diverso
il  pensiero è li, fisso  fisso e ancora fisso
la mente viaggia , corre già sul percorso, pensa , studia, assapora,decide
quel giorno tutto sarà rimesso in gioco e rivalutato, ne è consapevole
mi sono impegnato , mi sto impegnando
dare il massimo risalto a questa sfida, a Stand Up for African Mothers (Amref Italia Onlus)
non è facile incastrare tutto , lavoro, allenamenti , vita di tutti  giorni .......
la mente sempre attiva è  la cosa che mi aiuta di più
lavora, prepara tutto dentro,
5 minuti bastano per riportare il tutto in una mail , su di un foglio, dentro ad un telefono
tutto bene , tutto bello
amo esser partecipe del mio "ufficio stampa" ( parolone)
amo creare, dipingere il mio essere nelle mie locandine, nelle mie comunicazioni
cercare di trasmettere allegria ed emozioni (che bella parola emozioni) mi fa stare bene

il calore della gente , degli  amici, dei conoscenti, di  tutta una
"popolazione" sportiva e non, che mi sta vicino, che mi vuole bene
è una sensazione fantastica,  mi riempie di gioia
sono fortunato.

30 giorni ...... fra poco 29
è uno splendido gioco

sono un inguaribile bambino
continuo a giocare alla vita
la mia




Grazie a tutti

Andrea Pelo di Giorgio

















Sono preoccupato 
sembra che Dad soffra il freddo 











Il mare ,  la colonna sonora







Segui Pelo nella Transumanza

Grazie a Google latitude sarà possibile seguire la transumanza verso al sud di 
Andrea Pelo di Giorgio
E' sufficiente avere un'account di posta elettronica Gmail  e sfruttare  l'applicazione (anche per smartphone) Google Latitude.
Una volta entrati dentro alla propria pagina google sarà sufficiente , dentro google latitude, cliccare il "button" sulla condivisione di posizione prima e aggiungere ( button "Add friends") l'indirizzo andigio.pelo@gmail.com 
Una volta confermata la richiesta da Pelo sarete in grado, sia tramite pc che smartphne, (se l'uomo Pelo  sarà  lucido da tenere il tel attivo) di capire in quale punto sta transitando cosa che vi permetterà di accompagnarlo per un tratto , salutarlo, tirargli un secchio d'acqua (non consigliato) o altro. 
Se non volete aprire un nuovo account non c'è problema , il buon Andrea Pelo di Giorgio ne ha aperti tre destinati ad uso comune (ricordatevi di fare il logout  prima di chiudere la pagina).
Di seguito i tre account con relative password 

seguipelo1@gmail.com - password: seguipelo1
seguipelo2@gmail.com - password: seguipelo2
seguipelo3@gmail.com - password: seguipelo3

sono già attivi








Allenamento Gabicce Monte 21 Ottobre 2012
si consiglia la visualizzazione a puntate vista la lunghezza.

La fortuna di avere un amico che guarda il Motomondiale per te   







LaVoce odierna mi dedica la prima pagina .....el gnit? 






25 Ottobre 2012


Osteria Paia - Villa Inferno
presentazione Adriatic Coast Run Extreme







Tecnica Diablo, la scarpa ufficiale
......senza rancore  Signore







due parole con Ricky Mezzera a Ironman Radio





24 Ottobre 2012


Incerta la presenza di Obama





Dad oggi è un po' pensieroso 





hanno detto che avrò bisogno di ferro.
benvenuta Metalsider








E' meno doloroso "parcheggio" ..... va beh , ingresso







23 Ottobre 2012



Vi presento Dad

http://andreapelodigiorgio.blogspot.it/2012/10/adriatic-coast-run-extreme-arriva-dadgad.html




Visto l'eccellente stato di forma fisica e la generosità nei confronti di un importante raccolta fondi ho conferito a Dad il ruolo di accompagnatore ufficiale nell'Adriatic Coast Run Extreme.
Porteremo a compimento la missione!!!
Benvenuto Dadgad !!!





22 Ottobre 2012


Ore 22.02 : diramata la prima foto di Mister DD.


  

Mister DD   
Il tenente Drebin risolve il caso 
domani la conferenza web 







Radio 2 Days: il grande esploratore (di se stesso) Alex Bellini
la sua nuova impresa
il mio e il suo saluto 





Confermata la presenza di Skaya TV 
vestite leganti :-)




21 Ottobre 2011

Gabicce Mare- Pesaro - Gabicce Mare 
Allenamento tra amici senza Oliver 





20 Ottobre 2012


seconda mail ........ TENENTE DREBIN!!!






Io ci sono !!!




Resto del Carlino Sport - Cesena 








Mistero

pochi minuti fa ricevo questa mail
.....dice che sarà al mio fianco
mister d  




 io incarico il tenente Drebin 




19 Ottobre 2012


Domenica 21 Ottobre prova TECNICA della scarpa ufficiale 






Biotex si occuperà di tener calda e comoda la mia personcina.
ENERGIA SULLA PELLE ........  quasi quasi metto tutto sulle gambe :-) 







arrivo qui ........spero :-)






18 Ottobre 2012



Domattina ore 10.00 e domani sera ore 20.00 
Andrea Pelo di Giorgio  parla, in diretta telefonica, di Adriatic Coast Run Extreme a Radio Ironman la radio estrema per gente ...suonata :-)






Segui Pelo nella Transumanza

Grazie a Google latitude sarà possibile seguire la transumanza verso al sud di 
Andrea Pelo di Giorgio
E' sufficiente avere un'account di posta elettronica Gmail  e sfruttare  l'applicazione (anche per smartphone) Google Latitude.
Una volta entrati dentro alla propria pagina google sarà sufficiente , dentro google latitude, cliccare il "button" sulla condivisione di posizione prima e aggiungere ( button "Add friends") l'indirizzo andigio.pelo@gmail.com 
Una volta confermata la richiesta da Pelo sarete in grado, sia tramite pc che smartphne, (se l'uomo Pelo  sarà  lucido da tenere il tel attivo) di capire in quale punto sta transitando cosa che vi permetterà di accompagnarlo per un tratto , salutarlo, tirargli un secchio d'acqua (non consigliato) o altro. 
Se non volete aprire un nuovo account non c'è problema , il buon Andrea Pelo di Giorgio ne ha aperti tre destinati ad uso comune (ricordatevi di fare il logout  prima di chiudere la pagina).
Di seguito i tre account con relative password 

seguipelo1@gmail.com - password: seguipelo1
seguipelo2@gmail.com - password: seguipelo2
seguipelo3@gmail.com - password: seguipelo3

sono già attivi



--------------

Tutti invitati alla grande festa di presentazione dell' Adriatic Coast Run Extreme 
Sotto le direzioni attente del rinomato ed affidabile regista Guido Allegri si esibiranno nel corso della serata Andrea Pelo di Giorgio  nel ruolo di presentatore dell'evento, Mauro Comparelli nel ruolo di organizzatore buffet e Wando nella difficile arte del deejay. Presenze ufficiali di Rumours si aggireranno in incognito nel salone della festa. 
Mancare è peccato  (non scontabile con tre Padre Nostro) 




17 Ottobre 2012 


ATTENZIONE : variazione luogo di ritrovo 
Domenica mattina ore 7.15 per l'allenamento spiaggia Gabicce il ritrovo è stato spostado dal porto all'Hotel Marinella 
Presenti confermati Pelo/Cristian/Luca/Mitico Jane ...... l'anguillone Oliver tituba



Giovedì 25 Ottobre c/o Paia Villa Inferno 
Adriatic Coast Run Extreme Party
1) presentazione evento 
2) cena buffettata
3) Wando deejay riporterà tutti agli anni d'oro della musica 

seguiranno info dettagliate ...... stai sintonizzando come Wando !!!





Venerdì 19 ottobre ore 10,00 a.m - 20.00 p.m  
diretta telefonica con Ricky Mezzera su Ironman Radio 
Sentivimi!!!







Operazione di restauro  



16 Ottobre 2012 


Intervallo pubblicitario 




Domenica 21 ottobre 2012 appuntamento ore 7.15 a.m a inizio Gabicce Mare porto turistico. 
35/40 km in spiaggia ritmo da chiacchera.
Cristian non ha ancora ottenuto il pass .... sembra che scenda a prendere le sigarette alla Caruso Pascoski


Ore 20.05 - Ultimora: Cristian presente




Amici veri



15 ottobre 2012 

C'è gente che ha qualcosa in più .... la stimo.





13 Ottobre 2012 

Skaya TV  con l'intervento del presidente degli albergatori 





L'intervista per Zona Cesarini - Radio Rai 1 del 10 Ottobre 






La trasparenza di Amref 





12 Ottobre 2012 


Pelo presenta Adriatic Coast Run Extreme a Skaya TV e agli amici di Rumours


















                    Anche Cervia è ufficialmente al mio fianco                                         












a protezione della mia salute fisica


per quella mentale  non c'è più niente da fare








11 Ottobre 2012


Aspettando il podcast 
Zona Cesarini - Radio Rai 1



























TECNICAmente

è un buongiorno














10  Ottobre 2012 


Sognavo emozioni 
Ora ci sono 




sarebbe un compagno di viaggio eccezionale 
non lo finirei 
giuro




09 ottobre 2012 


Pietro Ancarani e la sua "Stuzzicheria" patner ufficiale dell'Adriatic Coast Run Extreme. 
EVVIVA ....si parte a stomaco pieno 
Stuzzicheria sarà il primo ristoro ufficiale al  2° km ..... 
Grazie grazie







09 ottobre 2012 

il video dell'allenamento del 7 ottobre 2012
Dedicato a Cristian 






09 Ottobre 2012   





Adriatic Coast Run Extreme e 
Andrea Pelo di Giorgio ospiti telefonici a Zona Cesarini  il programma sportivo di Radio Rai 1
Mercoledì ore 22.30 

ascoltetevelo ...se vi pare!!!









07 Ottobre 2012

L'allenamento parte con la sorpresa di Treni Italia
Ore 6.35 avviso ritardo di 10 minuti del treno delle 6.41 con direzione Rimini
Ore 6.42 oblitero i biglietti (la macchinetta  mi aveva rubato €2,20 di resto)
Ore 6.45 L'altoparlante della stazione dice semplicemente che il regionale bla bla bla diretto a Pesaro che ferma a Rimini è stato soppresso
Ore 7,00 Andrea Pelo di Giorgio e Oliver Mordenti, senza Cristian, si recano al porto di Cervia da dove partono con direzione Gatteo e ritorno per una mattinata di puro divertimento sportivo. 





Adriatico Coast Run Extreme - allenamento senza Cristian per andigio in Garmin Connect - Dettagli

05 Ottobre 2012 

Avviso/invito allenamento 
"Sabbia sotto ai piedi" Domenica 07 Ottobre 2012
Partenza ore 7.30 stazione di Rimini (arrivo in treno)
Percorso : battigia
Arrivo ora X spiaggia di Cervia
Prevista sosta Caffè




04 Ottobre 2012



Adriatic Coast Run Extreme
               ............................sarà molto Tecnica







La forza non è nulla 
se non hai il controllo


Lei-------------------------------------

Lei ------------------------------------










e Lei ----------------------------------
















il retrotreno













02 Ottobre 2012 


Una sfida è realmente persa

 solo quando si decide di non affrontarla 




01 Ottobre 2012 






29 settembre 2012




Land Rover - Range Rover , da sempre sinonimo di avventura, emozioni e libertà . 
Un avventura senza confini non potrebbe avere partner migliore. 
Dakar, concessionaria Land Rover - Range Rover di Ravenna accompagna Andrea Pelo di Giorgio all' Adriatic Coast Run Extreme

Grazie
Andrea Pelo di Giorgio







il ritmo sarà sicuramente inferiore, l'impegno no

27 settembre 2012
AMREF ITALIA ONLUS

Chi è Amref ? 

AMREF (African Medical and Research Foundation) è la principale organizzazione sanitaria no profit del 
Continente africano. 


È stata fondata a Nairobi nel 1957 per iniziativa di tre chirurghi e in oltre mezzo secolo 

di attività ha soccorso, curato e istruito milioni di persone. 



Oggi AMREF impiega in Africa circa 900 

persone, per il 97% africani, e gestisce 140 progetti di sviluppo sanitario in Etiopia, Kenya, Sudafrica, Sud 

Sudan, Tanzania e Uganda, con il coinvolgimento attivo delle comunità, del personale e dei sistemi sanitari 

locali. 



Nei Paesi in cui opera, AMREF è presente con centri sanitari e unità mobili di chirurgia, prevenzione, 

vaccinazione e oculistica, in grado di fornire assistenza medica alle popolazioni nomadi e rurali. 



Inoltre 

attraverso il servizio dei Flying Doctors, i “dottori volanti”, AMREF porta regolare assistenza specialistica e 

chirurgica a 70 milioni d’abitanti dei villaggi più remoti, operando in 150 ospedali compresi in un raggio di  


1.7 milioni di chilometri quadrati, un’area grande come l’Europa occidentale.












  






26 settembre 2012 (-60 gg) 
COME DONARE

Per aiutare la Madri Africane aderendo alla campagna nazionale "stand up for the African mothers"
- C/C POSTALE 35023001
- BONIFICO BANCARIO  IBAN IT19H0103003202000001007932

Causale : Adriatic Coast Run Extreme

Andrea Pelo di Giorgio e Amref Italia Onlus ringraziano tutti anticipatamente

Ps: specificare correttamente la causale è molto importante 






       








24 settembre 2012 
I ragazzi di MokoLab , conosciuti ad Acquafans durante una  visita a Laura Antonini e Rudy Zerby  (radio Deejay) , parleranno stasera dell'Adriatic Coast Run Extreme in diretta alla Web Radio "CrossRadio"  informando i loro ascoltatori dell'evento sottolineando la raccolta fondi a favore di Amref.
Con l'impegno di sentirci telefonicamente più avanti, anche durante l'evento stesso , li saluto e li ringrazio per questo regalo e per essere stati i primi a diramare on air la mia sfida  

Watch live streaming video from crossradio at livestream.com





        






Nessun commento:

Posta un commento